L’ambiente adatto alla lettura

Le prime esperienze di lettura dei nostri bambini dovrebbero essere il più possibile piacevoli, rassicuranti, familiari. Partire bene è essenziale per non lasciare ai piccoli ricordi o sensazioni sgradevoli.
L’incontro con il libro tattile, da esplorare con tutti e cinque i sensi, sarà particolarmente favorevole, se mamma o papà, oltre a nominare le figure rappresentate e a leggere il brevissimo testo, aggiungeranno “colore” e amore alla lettura attraverso espressioni e gestualità, buffe sonorità, movimenti del corpo che riprodurranno con enfasi le azioni presenti nel libro.

ambiente-di-lettura-e-un-libro
È un piccolo libro – Lane Smith (Rizzoli)

Anche l’ambiente domestico in cui si legge va preparato in maniera opportuna, con una serie di accorgimenti. Dobbiamo assicurarci che i nostri figli stiano comodi, a proprio agio, e che non siano distratti da elementi esterni.

Come deve essere organizzato un ambiente adatto alla lettura?

Non perderti la nostra guida gratuita

Vediamo nella pratica come predisporre un ambiente adatto alla lettura che sia confortevole, accogliente e neutro. Le seguenti indicazioni sono tratte dal libro Leggere ad alta voce di Rita Valentino Merletti.

  • Sediamoci su un tappeto, su morbidi cuscini, su una coperta, su una poltrona, sul divano o sul letto. Creiamoci uno spazio tutto per noi, unicamente dedicato alla lettura e allo scambio di tenerezze.
  • La luce non deve essere troppo intensa.
  • Non ci devono essere rumori invadenti nella stanza o nelle vicinanze (tv accese, persone che chiacchierano nei paraggi, musica ad alto volume ecc.). 
  • Teniamo giochi, palle, scatole ecc. fuori dalla portata (e dalla vista) dei piccoli. 
  • Circondiamoci di libri
  • Per tenere viva l’attenzione dei piccoli, è utile introdurre un elemento insolito, che crei un alone di mistero, curiosità o gioco (per esempio una lucina bassa se si legge una storia della buona notte, le ombre proiettate sul muro, un burattino che ci fa compagnia ecc.).
ambiente-di-lettura Emma-ride
Emma ride – Jutta Bauer (LaNuovaFrontiera Junior)

Tenete presente che questi espedienti relativi all’ambiente adatto alla lettura si rivelano importanti soprattutto all’inizio, quando non si è ancora creata una routine e un’abitudine all’ascolto in casa da parte dei bambini. In seguito, quando il momento della lettura sarà diventato parte integrante della quotidianità, ogni occasione (e condizione) sarà buona per prendere un libro in mano e tuffarci nella lettura condivisa.

Se l’ambiente domestico è ricco di libri (non solo per bambini), riviste, quotidiani, guide ecc. e gli adulti dedicano del tempo, ogni giorno, alla lettura, il bambino recepirà il seguente messaggio: leggere non solo è un modo di trascorrere il tempo piacevole, ma anche un’attività fondamentale per informarsi, per risolvere i problemi, per diventare più competenti. E mostriamo di rispettare e amare questi libri e materiali scritti che circolano per casa.
I libri non si buttano via come i giocattoli vecchi, sono beni durevoli e preziosi!

L’ambiente mentale

Oltre all’ambiente fisico, dobbiamo preparare anche il nostro “spazio mentale“. Che significa? Lo spazio mentale dell’adulto impegnato nella lettura ad alta voce deve essere rilassato, disponibile, accogliente, paziente, sinceramente partecipe ed emotivamente presente.

Per concludere, vi segnalo questo link, dove troverete tanti spunti per organizzare il vostro ambiente adatto alla lettura, e quest’altro, dove potete ammirare una serie di primissimi libri tessili illustrati creati da Victoria van der Laan.

I libri del bebè

Una collana di libri di stoffa conosciuta e apprezzata è quella del bebè. Eccovi qualche esempio.

Non perderti la nostra guida gratuita