La prima libreria per bambini italiana on line

Qualche mese fa, navigando su internet alla ricerca di alcune recensioni di libri per bambini, sono capitata per caso nel sito della Libreria dei Bambini. Al principio ho pensato che si trattasse della vetrina on line di una libreria fisica, ma dopo pochi secondi ho capito che si trattava invece di una libreria virtuale, esistente solo sul web.

La prima cosa che ho pensato è stata: “Però! Una libreria specializzata nell’infanzia on line… non mi pare che ne esistano altre”. E girovagando fra le pagine del sito, ho scoperto in effetti una realtà nuova, che compie scelte editoriali di qualità seguendo un’idea di vendita e distribuzione differenti.

Non perderti la nostra guida gratuita

Il progetto mi ha incuriosito, e ne è nata l’intervista che vi propongo oggi a Francesca Martinelli, titolare della Libreria dei Bambini.

Qual è la tua esperienza nel campo della letteratura per l’infanzia?

Mi anima da sempre una grandissima passione per l’intero universo dei libri, e le mie esperienze lavorative in ambito scolastico come insegnante ed in campo editoriale con diverse case editrici mi hanno portato a maturare l’idea di investire in un progetto capace di conciliare tutte le realtà che hanno accompagnato il mio percorso di crescita umana e professionale.

LibreriaDeiBambini 3

Perché una libreria per bambini on line (e non una tradizionale, o non entrambe)?

Il nostro progetto nasce in una famiglia dove la passione per i libri e un’adorazione maniacale per l’odore della carta hanno finito per sposarsi al culto delle nuove tecnologie… Non poteva che venirne fuori una libreria col “.it“! Il nostro obiettivo è lo stesso che fa da motore ad ogni libreria che si rispetti: incoraggiare l’abitudine ad una buona lettura, perché quest’abitudine, quando mette radici in tenera età, contribuisce allo sviluppo cognitivo e relazionale, acuisce lo spirito critico, stimola la curiosità, nutre la fantasia: ci rende persone con una marcia in più!

Però, senza voler scardinare il tradizionale concetto di libreria, con l’avventura della Libreria dei Bambini stiamo provando a vincere una sfida, a fare un passo avanti, a ripensare il proprio ruolo in una quotidianità familiare che cambia pelle e ritmo a grande velocità: i libri vanno annusati, sfogliati, colorati, sì… ma la loro diffusione può e deve essere incentivata anche attraverso il linguaggio e gli strumenti della rete. L’impegno online, infine, ci permette di conciliare meglio i tempi e le esigenze della nostra famiglia, difficilmente gestibili con una libreria su strada.

Siete stati i primi in Italia a far partire un progetto di questo tipo?

Assolutamente sì, e come impresa specializzata nell’editoria per l’infanzia attiva unicamente online continuiamo a rappresentare una realtà ampiamente innovativa, almeno sul mercato italiano.

LibreriaDeiBambini 1

Come rispondete a chi dice: le librerie on line tolgono spazio e speranze alle librerie tradizionali?

Quella di investire nell’e-commerce è una scelta in linea con i cambiamenti che stanno accompagnando, e radicalmente trasformando, i nostri consumi e il nostro stile di vita quotidiano, anche in materia di editoria, ma non credo che possa rappresentare una vera minaccia per la sopravvivenza delle librerie tradizionali.

 

Come scegliete i libri da mettere in vendita?

Qualità di contenuto, accuratezza dei testi, originalità e potere evocativo delle immagini, carica emotiva: questi sono i principali criteri di scelta per ogni titolo che si posiziona sul nostro scaffale virtuale.
Nel nostro store mancano parecchi titoli più “famosi”, di cui magari si è vista o sentita la pubblicità o che si trovano nelle grandi librerie: vogliamo andare in un’altra direzione, selezionando titoli e case editrici che garantiscano massima cura e alto livello per le loro pubblicazioni, perché crediamo sia necessario incentivare anche i circuiti distanti da quelli della grande distribuzione.

LibreriaDeiBambini 4Come “funziona” un acquisto da voi?

Su www.lalibreriadeibambini.it attraverso il motore di ricerca si possono circoscrivere le proposte selezionando i titoli per Editore, Autore o Illustratore, ma per chi deve ancora farsi un’idea di quello che cerca sono utili i filtri per Fascia d’età, Argomento e fascia di Prezzo. Per tutti i titoli è previsto uno sconto, fino al 15%, sul prezzo di copertina.

I libri selezionati finiscono nel Carrello dell’utente (previa registrazione), e la spedizione a casa è assicurata entro 48 ore dalla finalizzazione dell’acquisto, ma niente confezioni tristi e anonime da spesa online! Il pacco lo prepariamo con la nostra fantasia e il nostro amore per le cose belle.

Anche la storica Libreria dei Ragazzi Milano ha aperto recentemente alla vendita on line: come giudicate questo passaggio?

Comprendiamo che per molte realtà, anche storiche, la via dell’online sia quasi un percorso obbligato, proprio nell’ottica di “ascolto del mercato” e conseguente rinnovamento della propria attività imprenditoriale.

Come vi fate conoscere e promuovete la vostra attività?

L’acquisto online, anche di un libro per i propri bambini, è comodo, fa risparmiare tempo e denaro, ma è una scelta che convince le famiglie solo se riescono a sviluppare un rapporto di fiducia con chi c’è dietro a quel “.it”. Ecco perché cerchiamo costantemente l’incontro dal vivo ed il contatto con il territorio. Organizziamo appuntamenti di lettura, in particolare quella ad alta voce, dedicati ai più piccoli e ai loro genitori, appropriandoci insieme di spazi comuni e mettendo a disposizione non solo la nostra competenza, ma anche i nostri sorrisi.

LibreriaDeiBambini 2

 

Con il nostro “contributo letterario” supportiamo le attività di alcuni consultori familiari romani, e cerchiamo di non mancare in quei mercati, fiere ed eventi che riteniamo in linea con la filosofia della nostra attività.
Abbiamo una pagina Facebook molto attiva e a breve sarà on line una nuovissima versione del sito.

Come considerate i risultati raggiunti finora?

Ottimi!

 

Non perderti la nostra guida gratuita
Francesca Tamberlani
Francesca Tamberlani è la fondatrice di Milkbook, sito dedicato ai temi dell'educazione alla lettura ai bambini sin dai primi mesi di vita e alla segnalazione di libri e app di qualità. Sociologa e giornalista, appassionata di letteratura per l'infanzia, realizza incontri e corsi rivolti a genitori, educatori, insegnanti e persone che amano i libri e i bambini.