Libri per bambini basati sul gioco

Il primo maggio è stata una giornata convulsa. Una giornata di alti e bassi clamorosi, fitta fitta di emozioni, preoccupazioni, stravolgimenti. Una giornata strana.

Era cominciata al meglio, con la pubblicazione del nostro primo ebook dedicato alla lettura ad alta voce (lo trovate ben visibile anche qui a destra, e questo è il link per scaricarlo gratuitamente se ancora non lo aveste fatto).

Non perderti la nostra guida gratuita

Poi, zaino in spalla e bici in macchina, eravamo pronti per recarci a Villa Ada per un picnic speciale, a base di libri per bambini ovviamente: il book-nic organizzato da Il Semaforo Blu per festeggiare il compleanno della loro associazione.

Insomma, umore a mille. Poi, nel giro di pochi secondi, la situazione è precipitata.
Mentre io e la bimba eravamo ad aspettare il papà fuori dal bar, la piccola ha accidentalmente appoggiato la manina su una moto parcheggiata lì vicino. Sul motore della moto, incandescente. Il suo urlo di dolore è stato atroce.

Le scottature sono molto dolorose. Lo sanno tutti. Una bambina di 2 anni invece non lo sa. E il suo pianto era incontrollabile e disperato. Inconsolabile. “Mano-bua-bua-male“,”mammaaaaa-mammaaaa-mammaaa” continuava a gridare e a fissarmi con uno sguardo incredulo. La manina le pulsava e si gonfiava, diventava sempre più rossa. E noi di corsa su casa a obbligarla a metterla sul ghiaccio e poi sotto l’acqua fredda e poi a stendere la crema. E lei che era totalmente in balia dello spavento e del dolore. Frastornata e tremante.

Dopo due ore di tentativi di calmarla, abbiamo deciso di portarla al pronto soccorso. Il tragitto in macchina è stato un incubo. Io che cercavo di rassicurarla, lei che non riusciva a star ferma e a smettere di piangere. “Miaaaa-manooo-buaaaa”. Ancora le bruciava.

I medici l’hanno medicata e fasciata e dopo un’altra ora e il Nurofen il dolore ha cominciato ad attenuarsi. Ha avuto un’ustione di secondo grado. Passerà, il peggio è andato. Si è formata la classica bolla d’acqua sul palmo della manina e la fasciatura se l’è persino tolta da sola nel corso del pomeriggio. Il suo umore è tornato allegro quando abbiamo lasciato l’ospedale e in macchina si è addormentata come un sasso.

Noi eravamo frastornati, finalmente tranquillizzati ma molto scossi per quello che era successo. Io, inutile dirlo, mi sentivo responsabile. È stata la sua prima esperienza di dolore fisico e la nostra prima esperienza di angosciosa impotenza come genitori.

Il nostro primo maggio non poteva però finire così. Non volevamo lasciarci addosso tutta quell’ansia. Quando lei ha chiuso gli occhi, in automobile, abbiamo deciso di non riprendere la strada di casa, ma di proseguire fino al parco. C’era un book-nic che ci aspettava. Alle 16 ci sarebbe stato un secondo giro di letture. E noi volevamo esserci.

Così il pomeriggio è tornato il sereno e la gioia di vederla sorridente in mezzo agli altri bambini. Le ragazze del Semaforo Blu hanno saputo creare un’atmosfera festosa, arricchita da note di chitarra, spuntini dolci e salati, belle storie da sfogliare, cantare e ascoltare.

book-nic-semaforo-blu3book-nic-semaforo-blubook-nic-semaforo-blu1

book-nic-semaforo-blu2
C’è stato anche il tempo per un giro in bicicletta, sullo scivolo e nella casetta di legno.

La sera eravamo distrutti. Ma tutto sommato sereni. Perché sono cose che capitano. Perché la bambina sta bene. Perché abbiamo trascorso una giornata pazza che ci ha insegnato tante cose.

Libri per bambini basati sul gioco

E dopo questo lungo, lunghissimo racconto personale, voglio terminare il post suggerendovi 2 albi illustrati che mia figlia ama in maniera particolare. Ci tengo a parlarvene oggi perché è come se fosse un regalo che le faccio, per dirle “sei stata brava” e “ti meriti il meglio”.

Sono due albi di qualche anno fa basati sul gioco, sullo svelamento e sulla scoperta di ciò che accade girando pagina. Libri il cui punto di forza è la creatività, il desiderio di stupire, la volontà delle autrici di lasciare un senso di suspense. Sono anche considerati libri “interattivi” perché invitano all’azione, a sfogliare pagina per capire come si evolve la storia. Libri ben fatti, senza tempo e senza controindicazioni 🙂

Gin-Gian nella giungla

 Lucy Cousins, Mondadori

gin-gian-nella-giungla
Com’è divertente e curioso andare alla ricerca del piccolo Gin-Gian che si è nascosto in una giungla popolata di formichieri, uccelli del paradiso, colibrì, bruchi pelosi e tanti altri animali variopinti. Fra i cespugli, i tronchi flessuosi, le liane collane, i fioroni din-don, si scorge un numero incredibile di occhietti che sbucano tra i buchi e le fantasiose fustellature delle pagine.

gin-gian-nella-giungla-ilaria

Il libro ha un formato grande e la sua bellezza sta nel gioco incalzante che offre: saranno gli occhi del piccolo Gin-Gian quelli che si intravedono tra le foglie, in mezzo ai fiori, dietro il serpente, fra i frutti esotici? Voltiamo pagina per scoprirlo e per rimanere affascinati dalle tavole piene di vita e allegria che ci consegna la brava illustratrice.
Io lo straconsiglio dai 2 anni (anche un po’ prima).

Sembra questo sembra quello…

Maria Enrica Agostinelli, Salani
Un classico per sempre, un meraviglioso libro che racconta, in forma di filastrocca e con immagini “equivoche” che nulla è in realtà come sembra. Non fermiamoci all’apparenza quindi. Non giudichiamo al primo, sommario sguardo.
Potrebbe capitare, infatti, che una fiamma rosseggiante non sia altro che la cresta di un galletto. O che una dorata duna sia in verità la gobba di un cammello. O, ancora, che un tipo all’apparenza quieto e sorridente, stia in realtà nascondendo un bastone.
E che dire di quel tale signor Tono che par cattivo e invece è buono? Chi penserebbe mai, a guardarlo con quella barba folta e lo sguardo scuro, che sia un romanticone con un fiore dietro la schiena?

sembra-questo-sembra-quello-2
sembra-questo-sembra-quello

Un libro veramente prezioso che contrasta i luoghi comuni in modo semplice, scanzonato, avvincente. E che tutti i bambini hanno il sacrosanto diritto di conoscere. Dai 2-3 anni in su.

Non perderti la nostra guida gratuita