Libri per sognare, Lineadaria Edizioni

Lunedì 2 giugno sono stata con la mia famiglia a Pagine in Fiore, mostra mercato dedicata all’editoria per bambini e ragazzi, allestita nei suggestivi spazi della Tenuta Valle Cento, in provincia di Viterbo.

Oltre a una ghiotta esposizione di prodotti artigianali e bei libri per bambini e ragazzi (le case editrici presenti sono segnalate qui), la manifestazione prevedeva laboratori e attività creative per i piccoli visitatori in un contesto naturale e rigenerante.

Non perderti la nostra guida gratuita

Una giornata divertente, soleggiata e rilassata, in cui la nostra bambina ha apprezzato soprattutto i momenti delle letture animate organizzate dalla cooperativa Semaforo Blu e il gioco dei legnetti colorati da montare e abbattere senza soluzione di continuità.

PagineinFiore

Approfittando della presenza del papà, io mi sono ritagliata un po’ di tempo solitario per lo “studio” dei titoli in mostra. Ho vagato lentamente fra i bancali di libri (a dire il vero i volumi non erano tanti come avrei sperato) e mi sono soffermata a sfogliare albi noti e meno noti. La maggior parte erano noti, ma è stato piacevolissimo immergermi fra pagine e illustrazioni amate.

Passeggiando qua e là, a un certo punto mi sono imbattuta nei libri di una casa editrice che non conoscevo, Lineadaria Editore. Sul tavolo erano disposte alcune file di albi illustrati e racconti dallo stile illustrativo molto differente l’uno dall’altro, ma accomunati da un elemento che balzava agli occhi: la cura. Libri per bambini e ragazzi pensati, ragionati, elegantemente confezionati.

Ho parlato a lungo con l’editore e l’autore presenti allo stand, e ho scoperto che la loro piccola casa editrice indipendente ha quasi 10 anni… Sono di Biella e hanno come obiettivo primario quello di portare i bambini a sviluppare la loro naturale attitudine all’uso della fantasia, dell’immaginazione e della parola come strumento di comunicazione e divertimento. Come hanno fatto a sfuggirmi finora? Il motivo me lo hanno spiegato loro stessi: problemi con la distribuzione, difficoltà economiche, poche risorse da investire in promozione.

Be’, ora che li ho scoperti, comunque, non li mollo 🙂

Fra i numerosi libri di Lineadaria che avrei potuto acquistare (alcune copertine le avevo già viste chissà quando e chissà dove), ne ho scelto uno che mi sembrava indicato per una bambina piccola (mia figlia), e uno dalla forte presa su una bambina grande (io).

MARTINA AMICA DEI LUPI, di Carla Fiorio ed Elena Piccinino, Lineadaria Editore, 2009, da 4 anni

Libri-per-sognare-Martina-amica-dei-lupi
La copertina è di quelle che catturano. Il segno a tempera è pieno, morbido, invitante; la scena è tenera e curiosa. Una bambina dorme serena, rannicchiata sulla schiena di un lupo che, a sua volta, schiaccia un pisolino tranquillo. Si capisce subito che i due hanno un feeling (il titolo del resto è inequivocabile).

Aprendo l’albo, facciamo la conoscenza di Martina, una bimba sveglia che ama l’aria di montagna, la neve, persino i lupi che ululano nella notte e attaccano gli animali della fattoria. Quando scopre che i lupi sono cattivi solo perché hanno fame e vanno a caccia di cibo, si ingegna per trovare un modo innocuo di saziare il loro appetito…

Al suo cane veniva dato da mangiare, così come agli altri ospiti della fattoria: perché nessuno dava da mangiare ai lupi?

Libri-per-sognare-Martina

Una sera di primavera Martina incontra un cucciolo di lupo che si tiene in piedi a stento. Gli sembra affamato, così corre a casa a prendere della carne dal frigorifero. Poi torna da lui e gli porge un’enorme bistecca. E’ l’inizio di una consuetudine che si ripeterà giorno dopo giorno, sempre alla stessa ora. Martina e il lupo diventeranno amici, segretamente.

Libri-per-sognare-Martina2

Fino a che i genitori della bambina non si metteranno in mezzo e proveranno a dividerli… Ma l’amicizia vera e sincera è in grado di superare qualsiasi ostacolo.

Libri-per-sognare-Martina3

La mia impressione è che la storia viaggi su un piano “superficiale”, senza scendere in profondità e offrire livelli di lettura diversi: il testo appare un po’ sbrigativo, non mi ha convinta pienamente, i personaggi poco tratteggiati. Può andar bene, secondo me, come lettura di svago, spensierata.

Ho trovato bello lo spirito fresco della bambina, l’atteggiamento aperto e positivo, senza pregiudizi, con cui accoglie l’altro, il “diverso” e “cattivo”.
Le illustrazioni risultano simpatiche e vivaci, anche se non ho amato particolarmente gli umani (per esempio gli occhi sporgenti di Martina).

I SEGRETI DI PÉTRONILLE, Fabienne Roulié e Selma Mandine, Lineadaria Editore 2009, dai 4 anni

Libri-per-sognare-Petronille-cop

Pétronille è una guardiana di segreti, sempre in cerca di qualche nuovo segreto da custodire. Solo lei sa, per esempio, che un topolino spende i soldi dei dentini, che una gallina non è in grado di fare le uova, che un dentista mangia caramelle tutto il dì.

Libri-per-sognare-Petronille-1jpg
Libri-per-sognare-Petronille-2

I segreti diventano talmente tanti che affollano la testa della bambina… La notte i segreti si intrecciano e mescolano tra loro, qualcuno chiede di uscire, e lei teme che le possano scappare di bocca.

Libri-per-sognare-Petronille-3

Sempre più stanca e con la testa pesante, Pétronille ha un’idea: prende un grande vaso di vetro e riversa al suo interno tutti i segreti. Poi lo chiude con un grosso tappo. Finalmente si sente leggera, ma ora il problema è un altro: come fare a vigilare sempre sul vaso? Come portarsi appresso quel pesante fardello?

Libri-per-sognare-Petronille-5

Avrebbe sicuramente attirato l’attenzione…

Libri-per-sognare-Petronille-4

La soluzione è a portata di sguardo: su, lassù nel cielo. La piccola arriva in cima a una collina e, finalmente, libera e fa volare via tutti i segreti.

Libri-per-sognare-Petronille-6
Si racconta che le nuvole, affascinate da tante storie, prendano talvolta la forma di un topolino o di una carpa.

Una storia evocativa, delicata, dall’atmosfera avvolgente. Le illustrazioni dai toni neutri, ambrati, sembrano fatte della stessa sostanza intima e sfuggente di cui sono fatti i sogni. Le pagine richiamano la carta da pacchi, altro dettaglio che intriga.

Un alone di magia pervade il racconto, animato da personaggi che sembrano folletti e creature fantastiche, oniriche. I segreti sono bolle di sapone che riempiono la testa e il cuore. Ma guai a farle scoppiare!

I segreti sono preziosi. Esprimono l’essenza delle persone. Vanno custoditi con cura e amore. I bambini lo sanno bene: quando sussurrano all’orecchio “non lo dire a nessuno!”, stanno donando un pezzettino di sé. Stanno stabilendo un patto di fiducia che non può essere spezzato, costi quel che costi.

Altri libri originali ed evocativi di Lineadaria che vi consiglio:

IL CARABATTOLAIO, di cui vi invito a guardare il booktrailerSTRANIMALIIL PUGNALE DI KRIMINALBARCHETTA.

E qui sotto i link per acquistarli on line:

Voi conoscevate già Lineadaria? Date un’occhiata al loro catalogo e cominciate a far spazio nella libreria dei vostri bambini e ragazzi. 

Non perderti la nostra guida gratuita
  • mi sono innamorata di Petronille! poi era il nome di mia nonna….. <3 Sembra delizioso!

  • Davvero era il nome di tua nonna? Splendido! La storia è originale e tenera, un libro che consiglio sicuramente