Novità in libreria dell’estate

L’ultimo giro in libreria prima delle vacanze estive l’ho fatto in occasione del regalo per le educatrici del nido. Era metà giugno e cercavo letture “giuste” da donare alla scuola e alle maestre. A giudicare dalla loro reazione entusiasta, posso dire di aver scelto bene.

Dopo aver acquistato i libri per l’asilo, mi sono concentrata sulle novità proposte dalle case editrici e, come di consueto, vi racconto quelle che mi sono rimaste impresse sin dal primo sfoglio:

  • TaNa liberAtutti, Massimiliano Maiucchi e Massimiliano Di Lauro, Edizioni Corsare
  • Un ballo da orsi, Benjamin Chaud, traduzione di Margherita Vecchiati, Franco Panini Editore
  • La zattera, Olivieri de Solminihac, Stéphane Poulin, traduzione di Paolo Cesari, Orecchio Acerbo
Non perderti la nostra guida gratuita

 

TaNa liberAtutti
filastrocche per giocare

tana liberatutti coverHo già espresso il mio debole per Massimiliano Maiucchi e per la sua bravura nell’inventare filastrocche spiritose e fantasiose che rimangono in testa con una facilità incredibile. In questo bel libro edito da Edizioni Corsare le sue allegre creazioni in rima sono tutte dedicate ai giochi: quelli di una volta, quelli all’aria aperta, quelli da fare in tanti, quelli con la lingua (componendo rime e parole), quelli che richiedono oggetti semplici che si trovano ovunque: le briciole del pane, i cuscini del divano, il tappo, il cordino, il pallone….

tana liberatutti interno

Una raccolta di spensierate filastrocche brevi e lunghe che ci ricorda quante siano le possibilità di gioco nella vita di un bambino e quante debbano essere recuperate e riproposte: la campana, la morra cinese, la mosca cieca, un due tre stella. E se tanti sono i giochi tradizionali da non dimenticare, altrettanti sono quelli da inventare.

tana liberatutti interni

Piacevoli ed efficaci anche le illustrazioni dal sapore antico che ritraggono bambini ben vestiti, con accessori e colori perfettamente abbinati, dai visi buffi e i corpi in perenne movimento.

Un ballo da orsi

copertina di Un ballo da orsiRitornano le eleganti e brulicanti pagine di Benjamin Chaud, nel terzo episodio delle avventure di Papà Orso e Orsetto. La storia inizia là dove si era conclusa la prima della serie, Un canto da Orsi, con i due mammiferi che si risvegliano ricoperti di neve sul tetto dell’Opera, luogo prescelto per trascorrere l’inverno.

Ma quando decidono di cercarsi un posto più comodo per riposare, Orsetto sparisce dalla vista del papà un’altra volta! Un nuovo inseguimento ha inizio, fra il trambusto della città, il delirio di automobili, camion, biciclette, il vortice di clacson e fumo… “Com’era più tranquilla la foresta”, pensa Papà Orso, sempre più affannato.

pagine interne di Un ballo da orsi

Come nei due libri che lo hanno preceduto, Un ballo da orsi contiene una ricchezza di dettagli e personaggi sbalorditiva. La sparizione del piccolo orso è un pretesto per giocare con i bambini e scoprire dove si è cacciato in mezzo a quel vortice di persone, colori, situazioni, vite parallele che si intrecciano e si mescolano alla trama principale.

Pagine interne di Un ballo da orsi

Superbe le illustrazioni di Chaud, esaltate dal formato grande dell’albo, che offre il giusto palcoscenico per una galleria formidabile di donne, uomini, bambini, animali, mezzi di locomozione, ambienti, vegetazione. Una vivace e caotica baraonda in cui i due Orsi sembrano risucchiati e che dà l’occasione ai lettori di perdersi fra gli innumerevoli particolari, immaginare storie nelle storie, ricercare un senso, un prima e un dopo. I due Orsi, superato lo smarrimento iniziale, finiscono per divertirsi e per trasformare l’incidente in un’avventura straordinaria. Il finale, aperto, lascia intendere che il tempo degli inseguimenti sta per ricominciare.

La zattera

Un albo emozionante e poetico sull’arrivo dell’estate e sul potere dell’immaginazione. L’orso Michao e i suoi due amici, la capra Margherita e la volpe, vanno in spiaggia con la macchina. Sono euforici, raggianti, non vedono l’ora di vedere il mare ma… una volta scesi dall’auto scoprono di aver dimenticato… tutto! Niente asciugamani, niente costumi, niente giochi.

la zattera

La delusione è cocente. Scopriamo dalle parole della volpe narratrice e dalle splendide illustrazioni in stile realistico e pittorico, che i tre sono amareggiati e turbati. Non sanno cosa fare!

Ecco che Michao ha un’idea grandiosa: costruire una zattera! Cosa serve? Come si fa? L’orso distribuisce i compiti e impartisce le istruzioni. Insieme si mettono a lavoro e l’imbarcazione prende forma. Che bravi! Ora bisogna farla scivolare in acqua e lasciarla andare…

novità in libreria

Un inno alla fantasia, all’intelligenza, alla bellezza della natura, alla voglia di sperimentare e creare qualcosa insieme.

Sono certa che i tre albi illustrati che vi ho segnalato faranno gola anche a voi e ai vostri bambini. Andate a cercarli e poi fatemi sapere!

Vi ricordo che la rubrica “Novità in libreria” è nata in collaborazione con la Nuova Libreria all’Olimpico di Roma, dove potete trovare questi e tanti altri libri per bambini e ragazzi di qualità. Il prossimo appuntamento con questa rubrica è a settembre inoltrato!

Il riassunto delle puntate precedenti:


 

Se volete acquistare on line i libri, cliccate qui (link affiliati):


Non perderti la nostra guida gratuita