Viaggio nell’opera di Roberto Piumini

Sapevate che tra gli ideatori dell’amato programma televisivo per la prima infanzia, L’ALBERO AZZURRO, c’è anche lo scrittore e poeta Roberto Piumini? E che questi è stato anche un burattinaio, un attore teatrale, un pedagogista che in passato ha tenuto corsi di dinamica espressiva e comunicativa rivolti principalmente a gruppi di insegnanti e di genitori?

Roberto Piumini
Roberto Piumini – foto tratta dal sito www.robertopiumini.it

A mio avviso Roberto Piumini, classe 1947, originario della Valcamonica e residente a Milano, è decisamente un artista a tutto tondo che nella sua lunga carriera ha esplorato e sperimentato quasi tutte le forme comunicative, in uno sforzo continuo teso alla comprensione più profonda di quel mistero che è l’animo umano, attratto e affascinato dal mondo dell’infanzia.

Non perderti la nostra guida gratuita

Dal 1978 ha pubblicato moltissimi libri di fiabe, racconti corti e lunghi, filastrocche, poesie, testi per teatro, testi parascolastici, riadattamenti delle storie della tradizione popolare italiana e straniera, e ha vinto numerosi premi letterari (tra cui il prestigioso premio Andersen nel 1986) e, più recentemente, il Dante Graziosi 2014 alla carriera, in particolare per il racconto MATTIA E IL NONNO, Einaudi Ragazzi: un testo delicato e pieno di tenerezza che nasce dall’intento ambizioso di spiegare la morte di un familiare ad un bambino e mitigarne la sofferenza, un compito difficile per tutti.

Roberto-Piumini-Mattia-e-il-nonno
Immagine tratta da “Mattia e il nonno”, Roberto Piumini, Einaudi Ragazzi

A voi è già capitato di trovarvi in questa dolorosa situazione con i vostri figli? Come l’avete affrontata? Questo testo più essere un valido strumento di sostegno. Si tratta di un delicato ma avventuroso viaggio tra realtà e fantasia che intraprendono un nonno e il suo nipotino di sette anni, durante il quale il vecchio si rimpicciolisce sempre di più fino a scomparire, fino a ridursi solo al suono della voce e a un odore forte di peperone: a quel punto Mattia, desideroso di sentire il profumo, aspira a pieni polmoni, e il nonno gli dirà di essere entrato dentro di lui per non lasciarlo più.

Il libro giusto per le vacanze

Recentissima è anche la vittoria del premio Soligatto 2014 per la fascia 8-11 anni con il libro DEI ED EROI DELL’OLIMPO, Mondadori e, a questo proposito, vi domando: avete già scelto il libro da mettere in valigia per le vacanze estive? Se non lo avete ancora fatto, sappiate che questo può essere il libro ideale da spiaggia: leggero e divertente, adatto a tutti, grandi e piccoli. Un bellissimo regalo per tutta la famiglia alla vigilia della partenza.

Roberto-Piumini-dei-eroi-olimpo

L’idea è quella di presentare i miti dell’antica Grecia sotto forma di racconti avventurosi in cui si intreccia poesia, gioco e canto che vengono sapientemente presentati dalla voce del “cantore” Leofanto alias Roberto Piumini. La grafica è affidata all’inchiostro di china di Fabio Visintin, che contribuisce fortemente a rendere l’opera nella sua globalità elegante, raffinata, ricca di pathos.

Libri irrinunciabili di Roberto Piumini

Un libro di Piumini che assolutamente non deve mancare nelle vostre librerie, specie se i vostri bimbi con l’arrivo dell’autunno inizieranno l’asilo nido o la scuola materna, è LA CASA ARANCIONE, Feltrinelli. Si tratta di un piccolo volume dalle grandi potenzialità che vi permetterà di prepararli alle nuove esperienze e di rassicurarli. Avete già pensato a come affrontare l’argomento con loro durante l’estate? Grazie ai racconti dei due protagonisti, i gemelli Tito e Mela, insieme ai vostri bambini scoprirete come si svolge la vita quotidiana all’interno dell’asilo, dal momento dei saluti ai genitori, dell’accoglienza con le simpatiche canzoncine di benvenuto, a quelli di lettura condivisa, di gioco libero, di disegno e altre attività ricreative collettive. Vi sorprenderete per il fatto che ogni attività è accompagnata da una canzone o da una filastrocca ed è affrontata con buonumore e allegria… persino fare la pipì all’asilo è bello! Per noi è stato un ottimo pretesto per spronare la nostra piccola a essere più loquace e renderci partecipi della vita all’interno della sua “sezione rosa”. Ed ha funzionato.

Un delizioso racconto, che nella nostra famiglia ha riscosso molto successo, è C’ERA UNA VOLTA CHE CIRO NON C’ERA, San Paolo Editore (testo di Piumini, tavole di Francesca Carabelli) che traccia l’amicizia profonda tra un bambino, Ciro, e del suo cane di stoffa Cipiciò, dotato del dono della parola che solo Ciro è in grado di sentire. Insieme affrontano le grandi paure dei più piccoli: l’abbandono, il vuoto e il buio, caratteristica che lo rende uno strumento utile per rassicurare i bambini del fatto che alcune paure sono di tutti e che servono a diventare grandi.

Roberto-Piumini-Ciro

In questo racconto tenero e dalle tinte sfumate si intrecciano filastrocche e giochi di parole che rendono piacevole e movimentata la lettura e l’ascolto. Vengono usate anche espressioni poetiche e dialoghi molto suggestivi, come quello in cui Cipiciò dice al bambino: “Andiamo a fare un giro nella paura”, ossia nel buio. La storia termina con la descrizione di un momento emotivamente molto forte ma presentato con garbo e sensibilità, ossia la notizia della morte di Cipiciò, del fatto che ha smesso di essere magico e non parla più ed è diventato un cagnone di stoffa al pari degli altri giocattoli. Ciò significa che Ciro è davvero cresciuto.

Se i vostri bambini vogliono di divertirsi facendo le loro prime esperienze con le parole scritte e misurandosi con la propria capacità creativa, e allo stesso tempo cercano un libro dove osservare meravigliose tavole coloratissime, dominate dai toni vivaci e briosi del blu, del rosso e del giallo, vi suggerisco l’edizione cartonata del racconto di Roberto Piumini LA GAZZA RUBINA, Feltrinelli, con le illustrazioni della bravissima Giulia Orecchia.

Roberto-Piumini-La gazza Rubina

Protagonista di questa simpatica storia in rima è una giovane gazza che ruba le lettere dalle parole, alterandone completamente il significato, così cha dai lampioni le strade sono illuminate da lamponi, oppure le macchine perdendo una N si dissolvono in macchie di colore. Alla fine, con tutte le lettere rubate la giovane gazza si diverte a comporre parole senza senso come Nirbo-Caudaia fino a quando riesce a scrivere un messaggio di saluto.

Roberto Piumini e le fiabe

Sono numerose le fiabe famose reinterpretate da Piumini. Impossibile citarle tutte, mi limito a suggerirvi quelle che abbiamo avuto la fortuna di sfogliare a casa nostra: Peter Pan, Aladino, La favola del Mercante, facenti parte della raccolta “C’era una fiaba”, di Edizioni EL.

Una peculiarità dei racconti di Piumini è l’ambientazione, spesso un mix tra il realistico e il fantastico, con scenari che rimandano a componenti concrete del paesaggio italiano (i campi di grano della pianura padana, le spiagge, i granai…) ma anche ad elementi immaginari come ponti che passano sopra al mare e arrivano sul bordo di un vulcano e isole dalla forma di pagnotte di pane.

Caratteristici dei suoi racconti sono anche i nomi dei personaggi: insieme a quelli comuni come Ugo, Mattia, Matteo s’incontrano nomi strampalati come Paolofischio o Arnaldo Cetriolo oppure Clastea. Abbiamo ritrovato tutte queste particolarità nelle bellissime TRE FIABE D’AMORE, Einaudi Ragazzi, che mia figlia tutt’oggi ascolta sempre più affascinata. Predilige e si emoziona al racconto delle vicende del capitano Matteo Lamore che guida la sua nave San Gregorio attraverso i campi di grano, passando in mezzo a paesi e città, attento a non disturbare il traffico cittadino; spesso mi chiede di rileggerle dell’ardua impresa che tutti gli abitanti di QuelPaese hanno assegnato al velocissimo Paolofischio, ossia inseguire “la bella vita che fugge veloce” nel tentativo di fermarla e farla restare per sempre con loro.

Vi ricordo, infine, che potete trovare notizie sulla sua vita, sulle iniziative teatrali che promuove e sulla sua vastissima bibliografia, accedendo al suo sito: www.robertopiumini.it, e scoprirete anche come essere coinvolti nelle sue tante esperienze di lettura-partecipata e gioco-teatro da promuovere nelle biblioteche e nelle scuole o durante iniziative culturali di paese, come ha fatto recentemente il comune di Fermo che ha organizzato il primo festival Tuttestorie della letteratura per ragazzi proprio con la partecipazione di Piumini.

Daniela Bagnato
Mamma appassionata di libri in generale e di libri per bambini in particolare, che desidera condividere le sue esperienze di lettura

Puoi trovare qui i libri descritti

Scopri tutte le opere di Roberto Piumini

Non perderti la nostra guida gratuita