A Sàrmede per la famosa mostra Le immagini della fantasia

Vi ho già raccontato la mia gita a Venezia in occasione del Convegno Albi illustrati e animazione alla lettura ma non vi ho ancora parlato dell’inaugurazione della 32esima mostra internazionale d’illustrazione per l’Infanzia “Le immagini della fantasia” a cui ho partecipato in quello stesso weekend.

Devo dire grazie a Giorgia Golfetto che non solo mi ha consigliato di sfruttare i miei tre giorni in Veneto per fare un salto anche a Sàrmede, città della fiaba, ma che ha trasformato l’idea in realtà venendomi a recuperare alla stazione e accompagnandomi alla lieta mèta con la sua fiammeggiante automobile rossa.

Non perderti la nostra guida gratuita

Così, gasate e sorridenti, abbiamo raggiunto insieme il suggestivo paesino incastonato nella Marca Trevigiana e alle 18 eravamo pronte, puntuali, all’ingresso della Casa della fantasia, lo spazio dove è allestita la mostra.

alla mostra Le immagini della fantasia
Insieme a Giorgia Golfetto

Si tratta di una casa vera e propria, accogliente ed elegante, luminosa, i cui unici “inquilini” sono le opere artistiche selezionate dei principali illustratori per bambini a livello planetario.

La casa della fantasia a Sarmede
La Casa della fantasia di Sàrmede

Fiato alle cornamuse! Sono stati due musicisti scozzesi (piper) ad aprire le danze e a ricordarci che il paese scelto quest’anno a rappresentare la propria tradizione legata alla fiaba è la Scozia.

I piper scozzesiDopo la piacevole introduzione musicale, e il lungo walzer di ringraziamenti alle personalità e agli enti che ogni anno sostengono la mostra di Sàrmede, oltre che agli autori e illustratori ospiti della “prima”, le porte della Casa si sono aperte e con Giorgia ci siamo intrufolate in mezzo alla folla.

Io all'inaugurazione della mostra sarmede

5 cose belle della mostra Sàrmede
Le immagini della fantasia

Ciascuno di voi troverà tanti validi motivi per visitare questa suggestiva esposizione giunta alla sua 32esima edizione. Io ve ne elenco 5 importanti:

  1. Poter osservare da vicino e dal vero (e non su una pagina stampata come siamo abituati) lo stile, le tecniche, le invenzioni creative di autori e illustratori di levatura internazionale.
    Le immagini della fantasia
  2. Conoscere meglio l’opera di Giovanni Manna, ospite d’onore di quest’anno, illustratore fiorentino che ha pubblicato oltre 80 titoli (tra classici, fiabe, testi sacri) privilegiando la tecnica dell’acquerello. Come suggerisce Ilaria Tontardini (Hamelin Associazione Culturale) nel catalogo della mostra, le sue illustrazioni esprimono purezza, semplicità, luce. Sono immagini comprensibili a tutti, immediate, ma allo stesso tempo evocative di atmosfere e suggestioni lontane. Sono immagini “lente”, in contrasto con la velocità sfrenata dei giorni d’oggi; sono immagini che guardano al passato e ce lo consegnano intatto; sono immagini che vanno controcorrente proprio perché non sovvertono regole e canoni, ma danno valore alla tradizione.

    illustrazione di Giovanni Manna
    Illustrazione di Giovanni Manna, Un cuscino pieno di sogni, Bohem Presse Italia, 2014
  3. Scoprire quali sono gli oltre 30 libri dal mondo messi in evidenza dai curatori della mostra nella sezione Panorama, dedicata ad artisti straordinari e pluripremiati pubblicati in Italia e all’estero.
    Che gioia ritrovare le tavole (e i libri lì accanto) che mi hanno profondamente colpito nei mesi passati, come Virginia Wolf, la bambina e il lupo dentro, I giganti e le formiche, Gli invitati, Poesie della notte, del giorno, di ogni cosa intorno, Re tigre, e scoprirne di nuovi, affascinanti, non ancora arrivati nel nostro paese, come Pongo, Vacarme, Soy pequenito, Het hondje dat Nino niet had.

    illustrazione da Virginia Wolf, la bambina con il lupo dentro
    Virginia Wolf, la bambina con il lupo dentro, Kyo Maclear, Isabelle Arsenault, Rizzoli, 2014
  4. Incantarsi grazie alle Fiabe dalla Scozia, le fantastiche leggende celtiche arricchite dal magico scenario naturale che le avvolge. Mentre vi scrivo, ho la fortuna di sfogliare il grande libro illustrato Il Canto delle Scogliere – fiabe e leggende dalla Scozia (testi di Luigi dal Cin, immagini della copertina e dei risguardi di Giovanni Manna), edito da Franco Panini Editore, che raccoglie 10 fiabe della tradizione scozzese interpretate da grandi artisti, con le intense illustrazioni tratte dalla mostra di Sàrmede.Non vedo l’ora di leggerle a mia figlia, tra qualche anno, insieme a quelle dei Grimm, di Calvino o di Andersen. Questo volume conferisce loro il giusto peso.

    Il canto delle scogliere, Franco Panini
    Il Canto delle scogliere, Franco Panini Editore e Il catalogo della mostra Le immagini della fantasia 32
  5. Avere la possibilità di acquistare su due piedi, e a caldo, alcuni dei bellissimi libri esposti.
    libri in vendita alla mostra Sarmede

Spero che il mio racconto vi abbia incuriosito e che vi faccia nascere il desiderio di andare a visitare questa mostra d’illustrazione unica nel panorama italiano. Un motivo in più per non perderla è il fitto calendario di laboratori creativi, incontri con autori, proiezioni, letture animate a cui potrete prendere parte in compagnia dei vostri bambini.

Raccontatemi le vostre esperienze, se andrete o siete già stati!

Le immagini della fantasia 32
26.10.2014 > 18.01.2015
Casa della fantasia
Via Marconi, 2 – 31026 Sàrmede TV Italia

Orari:
feriali (dal lun. al ven.) 9.00 – 17.00;
festivi e prefestivi 10.00 – 21.30;
dal 26.12.2014 al 04.01.2015:
ore 10.30 – 19.00

 

Gli albi illustrati menzionati

Non perderti la nostra guida gratuita
  • Giorgia Golfetto

    Ottima recensione, cara Francesca! Per me è stato un onore e un piacere vivere con te l’inaugurazione della Mostra di Sarmede 2014. Sono certa che questa sarà la prima di varie avventure di “libri e lettura” da condividere! Un abbraccio, Giorgia

  • Pingback: Due amici in città di Lucie Müllerová()