Menu

Tre libri in inglese perfetti per i più piccoli

A cura di Caroline Dookie*, The Little Reader

Da oggi la rubrica dei libri in inglese si arricchisce grazie al contributo di Caroline Dookie, titolare della libreria-caffetteria “The Little Reader“, nel quartiere Esquilino di Roma, uno spazio accogliente in cui si possono sfogliare e acquistare anche molti libri in lingua inglese. Caroline scriverà per Milkbook alcune brevi recensioni di albi che ritiene perfetti per avvicinare i bambini di età prescolare alla conoscenza della lingua inglese.

The Little Reader
“The Little Reader”, libreria-caffetteria nel quartiere Esquilino, Roma

Proporre l’inglese ai bambini: da dove comincio?

Brown Bear, Brown Bear, What do you see?

Bill Martin, Jr. Eric Carle

cover di Brown Bear

Un libro estremamente semplice. Un animale guarda un altro animale che lo sta osservando; si gira la pagina e l’animale successivo fa esattamente la stessa cosa con un altro animale. Un albo che cattura l’attenzione dei bambini in età prescolare grazie al ritmo cadenzato e allo stile vibrante delle illustrazioni. I bimbi piccoli amano anticipare quello che gli animali vedranno nella pagina successiva e se i cavalli sono blu e i gatti sono viola il divertimento è assicurato!

‘Purple Cat, Purple Cat, What do you see?
I see a White Dog looking at me.’

Con le sue rime e le sue ripetizioni, questo è un meraviglioso primo libro per accostarsi alla lingua inglese. In men che non si dica, i bambini ripeteranno il ritornello: 
Brown bear, Brown bear, what do you see?
I see a Red Bird looking at me.

Un testo musicale che può essere cantato e ottimo per apprendere i colori e gli animali.

Vi consiglio questa video lettura

Where’s Spot?

by Eric Hill

where is spotSpot, il cucciolo giallo dai modi amichevoli e le caratteristiche macchie marroni, è un personaggio classico molto amato. Where’s Spot? è il primo titolo di quella che è diventata un’affascinante serie di libri pieni di illustrazioni luminose e colorate.

In Where’s Spot? Sally, la mamma di Spot, sta esplorando la casa alla ricerca del suo cucciolo vivace. I testi grandi e in grassetto domandano dove Spotty possa essere finito.

Is he in the piano?
No!
Behind the door?
No!
Under the bed?
No!

La storia è breve e semplice, ma le alette da sollevare per scoprire le risposte alle otto domande aggiungono divertimento e interazione.
Un libro ideale per formulare domande, imparare i nomi dei mobili della casa e le preposizioni di luogo.

Vi consiglio questa video lettura.

Dear Zoo

by Rod Campbell

cover di Dear ZooE’ la storia di un bambino che scrive allo zoo per richiedere un animale domestico. Lo zoo risponde spedendogli una serie di animali non idonei, ognuno dei quali è riposto all’interno di casse o scatole dalle forme strane, da “aprire” sollevando l’aletta di carta.
I personaggi sono disegnati con profili neri decisi e colori accesi che spiccano sulle pagine bianche.

Gli animali devono essere rimandati al mittente per varie ragioni: sono troppo spaventosi, troppo pesanti, troppo feroci. Fortunatamente, l’ultimo è perfetto, e può restare con il bambino.

Il libro è costruito in modo da stimolare i bambini sia sul piano fisico che sul piano della fantasia. Il testo è semplice e ripetitivo ma varia con umorismo.

‘So they sent me a lion. He was too fierce! I sent him back.’

Buono per le ripetizioni, per imparare gli animali e gli aggettivi.

Vi consiglio questa video lettura

 

**************************************

Riporto di seguito il testo originale in inglese scritto da Caroline e che io ho liberamente tradotto:

  • Brown Bear, Brown Bear, What do you see? Bill Martin, Jr. Eric Carle

This book is as simple as can be. An animal sees another animal looking at him; turn the page and the next animal does exactly the same. Yet it is the rhythmic language and vibrant art that catches the attention of preschoolers. Young children love to anticipate what animal will be seen next and blue horses and purple cats only add to the fun!

‘Purple Cat, Purple Cat, What do you see? I see a White Dog looking at me.’

With its rhyme and repetition, this is a wonderful first book for children starting to learn English. In no time at all, they’ll be repeating the refrain ‘Brown bear, Brown bear, what do you see? I see a Red Bird looking at me.’!

Good for chanting, learning colours and animals.

  • Where’s Spot? by Eric Hill

Spot, the friendly yellow puppy with his distinctive brown spots, is a classic and much loved picture book character. Where’s Spot? is the first title in what has become a charming series of books filled with bright and colourful illustrations.

In Where’s Spot?, Sally, Spot’s mother is exploring the house, looking for her errant puppy. Large bold captions ask where Spot could be hiding. Is he in the piano? No! Behind the door? No! Under the bed? No! The story is short and simple, but a flap must be lifted to reveal the answer to each of the eight questions, adding a fun and interactive element.

Good for questions, learning names of furniture and prepositions of place.

  • Dear Zoo, Rod Campbell

The story is of a child who writes to the zoo for a pet. The zoo sends a series of unsuitable animals, each of whom is revealed behind a sturdily constructed paper flaps in the form of crates and packing cases. They are drawn with bold black outlines and bright colours on white backgrounds.

All the animals have to be sent back for different reasons: too scary, too heavy, too fierce. Happily, the last one is perfect, so it can be kept. The book is constructed so that young audiences engage on a physical level as well as an imaginative one. The text is simple and repetitive yet varied with humour.

‘So they sent me a lion. He was too fierce! I sent him back.’

Good for repetition, learning animals and adjectives.

Se i libri vi piacciono, potete acquistarli da “The Little Reader” o online ai link seguenti:

One Response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.