Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Due amici in città di Lucie Müllerová

Lucie Müllerová ha 38 anni, è nata a Český Krumlov, cittadina capoluogo della Repubblica Ceca. Pochi abitanti, circa 14.000 ma culturalmente viva: eventi e festival si susseguono nel corso dell’anno e attirano visitatori da tutto il mondo. Numerose le gallerie e i centri d’arte: in particolare sono riconosciute a livello mondiale l’International Art Gallery e l’Egon Schiele Art Centrum.
Ultima nota – ma non meno importante – il centro storico di Český Krumlov è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Nascere e crescere in una località così ricca d’arte non poteva non influenzare l’animo di Lucie Müllerová che decide di approfondire gli studi prima in Austria, laureandosi in grafica all’Università di Arte e Design di Linz, poi a Sarmede, dove ha frequentato corsi di illustrazione e dove ha esposto i suoi lavori nella collettiva “Le immagini della fantasia” nel 2007 e nel 2008.

Nel frattempo è stata menzionata dall’Accademia tedesca per la letteratura dei bambini e si è aggiudicata anche due primi premi: alla 4th International Competition of Gran Canaria e al Premo di Letteratura per i ragazzi di Cento.

Con queste premesse, ben poco si deve aggiungere, se non il dispiacere per le poche traduzioni in Italia; fra queste, vi suggerisco “Due Amici in città” edito da Kite Edizioni, un albo senza parole particolare per la scelta dei colori, tanti, vivi e forti, e per i contenuti. L’editore lo consiglia ad un pubblico tra i 5 e i 100 anni.
Non a caso.

Due amici in città

Lucie Müllerová, Kite Edizioni, 2011

Due amici in citta copertina

L’albo si presta a sguardi di differente maturità e, naturalmente, a letture altrettanto differenti. È la storia d’amicizia, o d’amore, tra un gatto e una giraffa raccontata in tre episodi: una gita fuori città, la partecipazione ad uno spettacolo circense e una giornata di spesa quotidiana al supermercato.Interno di due amici in citta
Sfogliato dai miei figli è emersa solo una bella amicizia con i suoi alti e bassi, i giochi, gli scherzi, le prese in giro… anche se l’ultima tavola ha destato stupore. Questo non si fa però!, hanno dichiarato con una punta di disappunto.

gatto e giraffa al bar

Non vi svelo nulla al riguardo ma sono contenta di questa loro osservazione!

Proposto ad un pubblico adulto, lo sguardo si è soffermato sulla ricchezza delle illustrazioni, sul contrasto tra la città tutta grigia e le loro figure a colori. Riflettendo sulle ultime pagine del libro, diverse persone hanno ravvisato una leggera cattiveria: la giraffa a pois convince il suo amico ad acquistare alimenti più sani, data la stazza, e il gatto sembra rifarsi dell’offesa spingendo, letteralmente, la giraffa a farsi un giro in lavatrice (non a caso nella prima pagina il gatto sta stirando!).

i due amici vanno a pesca

Onestamente preferisco vederci il racconto di una vera amicizia, un galante invito ad uscire, ad affrontare un’avventura nel circo e il vicendevole aiuto: tu, gatto, dimagrisci un po’ e tu, giraffa, ti dai una bella ripulita.

Un consiglio? Leggiamolo insieme ai bambini almeno una volta in modo da confutare qualsiasi dubbio: in lavatrice ci vanno solo i panni!

Nel 2012 Kite Edizioni ha pubblicato un nuovo capitolo delle avventure silenziose dell’autrice ceca, dal titolo “Nuovo arrivo in città“. Stavolta protagonista è un leone senza fissa dimora in difficoltà, che si sente perso, e che troverà un aiuto proprio nella giraffa e nel gatto grigio appena descritti.

Non sai leggere gli albi senza parole? Qui trovi un aiuto

Cerchi altri libri senza parole? Ecco una selezione

 

 

Potrebbe interessarti