Due libri divertenti per raccontare il corpo umano ai bambini

26 Condivisioni

Ecco due libri che possono essere usati in modo “complementare” per intraprendere un coinvolgente viaggio nel corpo umano, argomento di forte richiamo per i bambini che, già a partire da 4-5 anni, cominciano a chiedersi “come siamo fatti” e a volerne sapere di più sul nostro “funzionamento”.

Il mio corpo - Dalla testa ai piedi

Se voi che leggete rientrate, come me, nella generazione dei nati negli anni ’70-80, sicuramente ricorderete con affetto e un pizzico di nostalgia la serie di cartoni animati intitolata Siamo fatti così, andata in onda a partire dalla fine degli anni ’80, in cui l’esplorazione della struttura e delle funzioni del corpo umano veniva affidata a dei buffi personaggi antropomorfi che raccontavano dall’interno cosa accadeva e come ci si doveva comportare quando avveniva qualche “attacco” da parte di batteri o virus.

siamo fatti così

Il cartone era davvero piacevole (o almeno lo ricordo così!), perché cercava di raccontare in modo divertente e accessibile argomenti molto complessi, insoliti e difficilmente “alla portata” dei più piccoli. L’anatomia umana non è materia che rientra nel percorso didattico della scuola elementare, e non è facile per i genitori trovare le parole giuste per dare delucidazioni coerenti e fornire esempi chiari, curiosi, senza annoiare o risultare troppo teorici.

Se un cartone intelligente riesce nell’intento di insegnare qualcosa e nel contempo intrattenere i bambini, come accadeva con Siamo fatti così, ben venga! Credo però che un bel libro di divulgazione possa fare ancora meglio, perché consente di tornare più volte sui concetti e sulle immagini esplicative, di andare a ricercare quando si vuole le informazioni che colpiscono. Un libro ben progettato e illustrato in maniera dettagliata può imprimersi nella mente, appassionare il bambino, arricchire la sua sete di conoscenza, far nascere a catena nuove domande.

Prendete un libro come “IL MIO CORPO” (scritto da Heather Alexander, illustrato da Andrés Lozano, tradotto da Federica Friedrich, pubblicato da Editoriale Scienza, consigliato dai 6 anni).) e provate a sfogliarlo insieme a dei bambini di 5, 6, 7, 8 anni di età. Fate come vi suggerisce il testo, leggete ad alta voce le domande sfiziose che pone: quanti capelli ho in testa? cosa li rende lisci o ricci? qual è l’osso più lungo? qual è il muscolo più grande? 

Il mio corpo

Troverete nei bambini degli interlocutori loquaci e partecipi: proveranno a indovinare la risposta, la immagineranno, cercheranno motivazioni per giustificarla, osserveranno con frenesia le figure a caccia di indizi. Useranno la fantasia ma anche la loro logica stringente e nel frattempo cominceranno a riflettere sulla natura del corpo umano, e fra tutte quelle informazioni, fra tutti quei termini nuovi, qualcuno si fisserà nella memoria e costituirà la base di partenza per futuri apprendimenti.

il cervello

Avete presente l’effetto che fanno le ciliegie d’estate? Che non smettereste mai di mangiarle perché una-tira-l’altra? Be’, “Il mio corpo” può essere considerato un libro-ciliegia, un libro cioè goloso, a cui è difficile resistere, perché “obbliga” ad aprire tutte le alette, a leggere tutte le risposte, a guardare tutti i dettagli illustrati, per scoprire tutto quello che c’è da scoprire. Con avidità.

pagine di Il mio corpo

Puoi acquistare online “Il mio corpo” in uno di questi store:

 

 

 

 


 

Un’altra strada per guardare dentro se stessi e capirsi un po’ di più ce la offre ancora Editoriale Scienza con il libro scritto da Andrea Valente e illustrato da Gek Tessaro dal titolo “Dalla testa ai piedi” – Sopra sotto dentro fuori il corpo umano (consigliato dagli 8 anni). L’approccio è assai differente: i due autori, come spesso ci hanno abituato, usano l’ironia, i doppi sensi, la battuta giocosa quali ingredienti per stuzzicare l’interesse dei bambini.

Dalla testa ai piedi

Il testo è meno frammentato e più narrativo, e si compenetra perfettamente ai bei disegni a collage di Gek Tessaro. Parole e illustrazioni raccontano con il sorriso come siamo fatti, soffermandosi su particolari buffi e descrivendoci con una prospettiva leggera. Sicuramente le immagini grandi, sbilenche, espressive, coloratissime, che ritraggono volti, corpi e organi adottando punti di vista mai scontati, rappresentano il pezzo forte dell’albo. Le brevi spiegazioni si appoggiano alle potenti illustrazioni che avvincono e divertono, accendendo nel lettore domande e scintille di curiosità.

Dalla testa ai piedi

Un libro “di anatomia” sui generis, che è rigoroso sul piano scientifico ma anche artistico, allegro, sopra le righe, pieno di inventiva comunicativa e giochi di parole. Descrivendo le mani, per esempio, leggete cosa scrive Valente:

Anche se il gioco di mano è gioco da villano, tra gli sport esiste il gioco della pallamano: lungo la scala c’è il corrimano; e a teatro si spera in un battimani. Si può maneggiare qualcosa, girare una manovella, una manopola o un manometro; si può fare qualcosa man mano e le cose fatte a mano hanno sempre un grande pregio. Se qualcuno ci dà una mano o ci prende per mano, ringraziandolo, gli si stringe la mano.

Nessuna pretesa di trattare con completezza enciclopedica la vastissima materia, ma una volontà di stupire e affascinare i bambini che potrà fare da trampolino di lancio per future ricerche e acquisizioni.

L'intestino

 

Puoi acquistare online “Dalla testa ai piedi” in uno di questi store:

 

26 Condivisioni