Favola

    racconto breve di tipo fantastico la cui origine risale all’autore greco Esopo (VI sec. a.C.), che descrive in maniera pungente e ironica i vizi e le virtù degli uomini e termina con un messaggio morale esplicito. Spesso i protagonisti delle favole sono animali che incarnano i difetti e le ipocrisie umane: come per esempio la superficialità della cicala, la furbizia della volpe ecc. Nella favola non ci sono elementi o aiutanti magici, ma comportamenti e atteggiamenti molto reali e diffusi fra il genere umano. Oltre a quelle di Esopo, sono note le favole dell’autore latino Fedro, vissuto nel I secolo d.C., che rivisitò e tradusse molte delle favole di Esopo; e in tempi più recenti quelle di La Fontaine (XVII secolo). Con le favole, gli autori volevano porre in risalto le debolezze e i vizi delle classi predominanti, criticarne i costumi sociali, cercare di trasmettere insegnamenti morali ai bambini per incidere sulla loro educazione.

    Articolo precedenteFiaba
    Articolo successivoCopertina
    Francesca Tamberlani
    Francesca Tamberlani è la fondatrice di Milkbook, sito dedicato ai temi dell'educazione alla lettura ai bambini sin dai primi mesi di vita e alla segnalazione di libri e app di qualità. Sociologa e giornalista, appassionata di letteratura per l'infanzia, realizza incontri e corsi rivolti a genitori, educatori, insegnanti e persone che amano i libri e i bambini.