una forma antichissima di narrazione che ha origine da racconti orali che nascevano da esperienze popolari e da avvenimenti considerati soprannaturali e che venivano tramandati a voce di generazione in generazione. Le fiabe cominciano a essere trasferite in forma scritta e a essere raccolte ed elaborate dalla fine del ‘600 da Giambattista Basile, Charles Perrault e poi nell’Ottocento dai celebri fratelli Grimm, diventando un genere letterario. Le fiabe presentano elementi fantastici, talvolta magici o religiosi, però calati in contesti reali; i suoi protagonisti sono fanciulle, principi e principesse, mostri ed eroi, animali, personaggi buoni e personaggi cattivi alle prese con prove e difficoltà da superare, sfide da affrontare, accadimenti straordinari, terribili tragedie. Le fiabe possiedono significati profondi e stratificati ma non trasmettono nessun insegnamento. I loro messaggi sono universali e sempre attuali.