Hello Ruby – Avventure nel mondo del coding

16 Condivisioni

di Paola Mattioli

“Hello Ruby” è il modo più dolce per avvicinarsi al mondo della programmazione e della tecnologia. Si tratta di un libro tradotto in pochi anni in più di 22 lingue che fece la sua prima comparsa sulla piattaforma di finanziamento collettivo Kickstarter nel 2014. Fu così forte l’impatto che, in sole tre ore e mezzo, raggiunse l’obiettivo dei 10000$ e, a fine promozione, ne aveva raccolti ben 380000$. Prima dell’arrivo delle “Storie della buonanotte per Bambine Ribelli” di Francesca Cavallo e Elena Favilli, è stato il libro più sponsorizzato in una campagna Kickstarter.

Hello Ruby Avventure nel mondo del coding

Perché tanto successo?

Io ho avuto la fortuna di ascoltare di persona Linda Liukas in un convegno sulla didattica innovativa organizzato dall’editore Erickson, lo stesso che ha poi curato la pubblicazione del suo libro in Italia. Conoscevo il testo perché ne avevo acquistato la versione Kindle in inglese, ma non conoscevo bene l’autrice e soprattutto non lo avevo ancora mai usato a scuola.

Linda Liukas è una programmatrice ed illustratrice finlandese nata ad Helsinki. Mi ha affascinato subito perché dalle sue parole mi sono resa conto che aveva trovato un equilibrio tra quelle che sono diventate anche le mie passioni: la tecnologia e gli albi illustrati per bambini. Non avendo mai dimenticato il mondo fiabesco, Linda Liukas considera il web come un’intrecciarsi di favole e vuole ascoltare le voci del mondo che le raccontano.

Il TED di Linda Liukas

Per saperne di più su di lei potete ascoltare il suo frizzante intervento al TED: The Poetry of Programming. Ritengo che il titolo di questo speech già illustri molto della sensibilità dell’autrice.

“Hello Ruby” – Avventure nel mondo del coding è stato pubblicato in Italia dalla casa editrice Erickson all’interno della collana STEM, acronimo di Science Technology Engineering Math.

Il testo racconta la storia della piccola Ruby alle prese con un gioco ad indizi creato da suo padre, che man mano la guida a comprendere la tecnologia attraverso il gioco, l’immaginazione e la creatività.

Hello Ruby, interno

Conoscere i principi del pensiero computazionale

Il libro introduce le basi del pensiero computazionale di cui ogni bambino avrà bisogno nell’esperienza quotidiana: obiettivo del libro infatti non è quello di istruire dei futuri programmatori, ma stimolare in loro i principi logici del coding.

Durante il percorso di Ruby i bambini impareranno a scomporre grandi problemi in problemi più piccoli, a cercare dei modelli, a pensare fuori dagli schemi.

Le domande che si pone Ruby nella ricerca degli indizi per rispondere al gioco del padre, sono le mille domande che ogni bambino si pone quotidianamente in cerca di risposte.

Il libro è composto da 9 piccole avventure di Ruby che sono proprio 9 piccole lezioni sul pensiero computazionale. Può essere usato da un genitore con i suoi figli oppure da un insegnante per attività in classe.

Hello Ruby

Attività da fare con i bambini prendendo spunto da Hello Ruby

Io come maestra l’ho usato in più occasioni dallo scorso anno. Può essere letto in piccole parti usando gli strumenti utili di ogni capitolo e proporli secondo le necessità didattiche, oppure leggere l’intera avventura di Ruby per introdurre i bambini alle sue avventure e al mondo del coding. Successivamente si possono usare le attività proposte in fondo al libro secondo gli interessi e le competenze dei bambini.

Lo scorso anno ho usato proprio la valigetta degli strumenti suggeriti sul computer e i robot per un percorso di avvicinamento alla tecnologia. I bambini hanno costruito un proprio computer di carta con tanto di tastiera montata a mano, ed è stato utile perché propedeutico allo smontaggio di computer veri e propri.

attività previste su Hello Ruby

Grazie all’attività proposta dalle avventure di Ruby i bambini avevano già acquisito un certo vocabolario tecnico e sapevano cosa cercare nel computer smontato.

Abbiamo anche costruito dei robot con materiali di riciclo portati dai bambini ed abbiamo realizzato una scheda descrittiva di tutte le funzioni delle varie parti del robot.
Molto importanti sono anche gli esercizi di debugging, che consistono nello scovare l’errore, estremamente utili per allenare i bambini, che spesso si scoraggiano di fronte a un problema invece di tentare di trovare una soluzione per conto loro, chiedono subito aiuto a un compagno o a un adulto, ma essere capaci di fronteggiare un problema sarà una competenza preziosa in qualsiasi situazione della vita. Ruby è una bambina che non si abbatte e può essere un buon modello cui ispirarsi.

Hello Ruby Avventure nel mondo del coding 4

 

Hello Ruby Avventure nel mondo del coding

Nel libro si trovano i modelli di alcuni delle attività proposte che potrebbe essere usate nel caso qualche classe lo adottasse come libro di lettura, altrimenti sul sito helloruby.com, alla sezione Play, si trovano numerose attività con modelli in pdf scaricabili di molte attività oltre a quelle fornite nel libro.

Hello Ruby

Esiste anche un secondo volume dal titolo “Hello Ruby – Journey inside the Computer“, al momento solo in inglese, che si occupa di un viaggio più approfondito nel computer. In attesa della sua pubblicazione in italiano, potete trovarlo in lingua inglese su Amazon.

Puoi acquistarlo online in uno di questi store:

 

16 Condivisioni
Paola Mattioli
Laureata in Lingua Cinese a Roma, trovo il mio spazio nella scuola in cui lavoro, Istituto Marymount di Roma, dove insegno Lingua Cinese usando l’iPad e le nuove tecnologie. La responsabilità morale rispetto a quello che sarà il futuro lavorativo dei miei alunni mi spinge ad una formazione continua, dove riscontro una vera passione ed acquisisco competenze nel campo delle nuove tecnologie, grazie anche ai tanti legami reali e virtuali che giorno dopo giorno si creano, che spendo quotidianamente in classe con i bambini. Passione, Cinese, Tecnologia sono le tre parole chiave che mi tengono legata al lavoro dell’insegnamento.