Menu

Giocare con le ombre, la luce e il buio | 3 libri di Hervé Tullet

305 Condivisioni

Nel 2018 sono tornati in libreria i tre libri-gioco di Hervé Tullet che ruotano intorno al concetto di luce, buio e ombra, usciti in prima istanza tra il 2011 e il 2013. Tre albi che sono presto andati esauriti, ma che vi consiglio di continuare a richiedere e a cercare per invocare una ristampa.

Il gioco della luce, Il gioco delle ombre, Il gioco del buio

Hervé Tullet, Phaidon – L’Ippocampo Ragazzi, 2018

Età di lettura suggerita: dai 2-3 anni

Il gioco del buio, Il gioco delle ombre, Il gioco della luce

Tre albi che esprimono l’essenza della relazione, del ritrovarsi insieme per fantasticare, sognare, trascorrere dei momenti felici in cui ci si emoziona, si parla, si sta vicini, si attiva l’immaginazione. Grazie al gioco della luce, al gioco delle ombre e al gioco del buio, Hervé Tullet riesce a portare un po’ di magia dentro ai suoi libri, che diventano interattivi e suggestivi, trampolini di lancio per voli di fantasia e per avventure da inventare e reinventare.

Il gioco della luce

Rossana vi ha già parlato de “Il gioco della luce“, un volume in grado di sviluppare capacità di racconto, immaginazione e immedesimazione che possono sorprendere. “Il gioco delle ombre” si basa sul medesimo meccanismo: ogni pagina, a partire dalla copertina, prevede intagli e buchi che diventano forme e figure da proiettare sulle pareti attraverso l’uso di una torcia.

Il gioco delle ombre

La prima condizione necessaria per far partire il gioco è avere una stanza o un ambiente buio. La seconda è la disponibilità di una parete o soffitto su cui far visualizzare le immagini. La terza e ultima condizione è l’impiego di una torcia o fonte luminosa da puntare sulle pagine. Poi il buon esito dell’esperienza è affidato alla fantasia e alla voglia di giocare dei lettori, che possono sì basarsi sul breve testo scritto da Tullet come punto di partenza, ma poi sono invitati a fare da sé, a creare intrecci e trame sempre nuove.

Il gioco delle ombre

Il gioco del buio“, oltre a prevedere fustellature e ritagli, ha sulle pagine un inchiostro speciale che si “accende” al buio. Per farlo funzionare è necessario puntare una fonte luminosa sulle pagine e poi spegnere la luce: in questo modo l’inchiostro si “carica” e, una volta raggiunta l’oscurità, le pagine cominciano a brillare e a dare vita a universi inaspettati.

Il gioco del buio
Il gioco del buio

In questo caso il testo è del tutto assente, Hervé Tullet ci guida nell’esplorazione attraverso le linee e le trame impresse sulle pagine, che ci conducono in un viaggio nello spazio, tra i pianeti, la volta celeste, le stelle, la superficie lunare. È un tuffo nell’ignoto intrigante, che i bambini sono entusiasti di compiere, specialmente se possono condividere l’esperienza con qualcuno a cui vogliono bene.