Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Aspettative adulte e certezze bambine

In copertina si vede il profilo di una bambina dall’aria timida coi capelli corti e scuri e un vestito pieno di papaveri: un colletto bianco, le maniche corte, due tasche davanti e dei grandi papaveri, papaveri bellissimi e delicati, rossi come la passione e il coraggio, papaveri che fuoriescono dal vestito come figurine che si accomodano nell’aria della stanza; lo sfondo è bianco ma sulla sinistra, sotto la mano della bambina, sta un pianoforte.

Il vestito di Lia

di Sara Marconi, illustrato da Daniela Costa, edizioni corsare, 2020
32 pagine, formato 21×30. Età di lettura consigliata: dai 4 anni.

Il vestito di Lia

La stessa bambina della copertina, Lia, la ritroviamo nella prima tavola della storia con un’ombra di paura negli occhi, una borsetta rossa a tracolla e in testa un cerchietto con dei pesciolini tra i coralli, per mano a un uomo in una via della città.

Quell’uomo è suo nonno, pantaloni a quadri, barba bianca e cappuccio beige. In casa ci sono molte cornici appese, sono quadri di foglie e di pesci, e lui, in poltrona, legge Come viaggiare con un salmone di Umberto Eco.

Il nonno legge il libro di Umberto Eco

Le illustrazioni di Daniela Costa, tratteggiate con attenzione e delicatezza, sono fatte anche di dettagli che dialogano tra loro e che possono essere tante piccole porte dalle quali poter entrare nel mondo di Lia. C’è per esempio il braccialetto al polso bianco di lei, ci sono le libellule attaccate come mollette al filo del lampadario in camera sua, le perline colorate in una piccola scatola, il cinturino delle sue scarpette rosse etc.

E c’è anche quel libro di Eco, che non può essere un caso: il nonno lo stringe in mano mentre con l’altra tiene il telefono e tra lui e la sua interlocutrice, la mamma di Lia, campeggia una domanda, ondeggia sulla pagina in stampato maiuscolo: Chi le darà la notizia?

Il lettore non sa ancora a che cosa si riferisce questo interrogativo e Sara Marconi riesce a ricamarci intorno una tensione-sospensione che oltre a incuriosire il lettore mette in scena l’incertezza degli adulti.

Le paure di Lia

Una storia che parla di paura e di passione

La piccola Lia ha molta paura, così ci viene presentata la protagonista, perché sì, è una bambina che ha paura di molte cose. Ma ha anche una forza sorprendente che le viene dalla sua grande passione, che è la musica: Lia quando suona il pianoforte è in una dimensione a sua misura in cui la paura non ha posto.

Alla fine della settimana si terrà il concerto di fine corso e nessuno sa bene come dirglielo. Qui entrano in gioco le paure degli adulti: cosa dirà Lia, come la prenderà? C’è una tavola che le rappresenta che sembra dire: si sentirà piccolissima in un bosco? assediata? sarà stanca e volterà le spalle al suo pianoforte? Dirà che tutti la guarderanno e non se ne parla, non suonerà mai più il pianoforte, che sono cattivi e non capiscono niente?

Sono davvero preoccupati, questi adulti, la mamma, il papà, il nonno, perfino la mamma della migliore amica di Lia.

Lia nella sua camera

Eppure, il loro atteggiamento di protezione nei confronti della bambina evidenzierà uno scarto tra le loro aspettative e la reazione di Lia; e la paura si scioglierà e tutto sarà leggero come un volo di rondini. La ricerca di una strategia da parte degli adulti, col senno di poi, è assurda fin dalle premesse, come assurde possono sembrare le istruzioni di quei testi di Eco raccolti nel volume Come viaggiare con un salmone, che il nonno sta leggendo.

Lia dirà solo: «Posso mettermi il vestito coi fiori?»

Sì, certo, il vestito con le tasche davanti, quello coi papaveri. Il vestito è quasi come un oggetto magico delle fiabe, aiuta l’eroe nella realizzazione del suo destino; il vestito è perfetto, Lia è contenta, il pianoforte è con lei e così il suo talento.

Lia stupisce tutti. Lia è semplicemente sé stessa.

E questo albo, delicato e positivo, con un testo che a tratti sembra sussurrato e delle illustrazioni che a volte sembrano svolazzare sopra le pagine, ecco, in questo albo ci si possono riconoscere in molti.

Lia non è più preoccupata
RISPARMI 0,90 €
Il vestito di Lia
  • Marconi, Sara (Author)
Potrebbe interessarti