Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Il viaggio della vita e la forza di trovare il coraggio dentro se stessi

La protagonista dell’albo di cui vi parlo oggi è una bambina dalle guance tempestate di lentiggini che indossa un copricapo inconsueto a forma di uccello. Con lei una piccola creatura, un maialino. Un animaletto insolito rispetto a cani, gatti e conigli che animano tanti libri, non trovate?

Il mondo ti aspetta

Il testo si apre con due domande: “Perché sei qui? Te lo sei mai chiesta?” Sono pochi ma essenziali i versi che compongono l’opera e già da questa prima introduzione, si può percepirne lo stile. Non una classica avventura dallo sviluppo lineare, che ha un inizio e una fine, ma una protagonista che va alla scoperta di se stessa e del mondo che la circonda.

interno Il mondo ti aspetta

Il maialino che l’affianca, a differenza di come venga quotidianamente stereotipato (sporco, fangoso, maleodorante), stavolta ha un’andatura aggraziata e riveste uno degli emblemi che in passato gli si attribuiva: la forza. Il maialino infatti ha sempre la forza per aiutare l’amica durante i suoi passi.

Il viaggio della piccola inizia con un labirinto affollato di enormi funghi che la sovrastano. Non a caso questi ultimi sono piante affascinanti, presenti nei boschi delle fiabe o nei miti di ogni cultura. Le parole che li accompagnano: “Puoi inventare qualcosa che nessuno ha mai visto prima”, e la scala che la bambina sale per attraversarli, avvolge il lettore in un alone di magia e di mistero.

un paesaggio di funghi giganti

Il viaggio continua e ritroviamo la piccola che costruisce una casa alta fino al cielo, che naviga in mezzo all’oceano, che gioca con le stelle mentre viene cullata dalla luna e che cade nei momenti di difficoltà. Uno dei passi chiave che troviamo più avanti è quando la bimba libera le farfalle da una gabbia:“Puoi aiutare gli altri in modi che solo tu conosci”, ci dice il testo.

un'esplosione di farfalle

Simbolo di libertà, una volta ho letto che, nella cultura cinese, le farfalle raffigurano l’immortalità dell’anima. La metafora di fondo è che essere gentili, aiutare gli altri che hanno difficoltà e salvarli, rende felici prima noi stessi e poi coloro a cui abbiamo prestato il nostro aiuto. “Segui il tuo cuore, guarda dove ti conduce”. Qui si ha l’impressione che la bambina esca fuori dal libro.

L’azione ricorda un po’ Alice delle meraviglie, con la differenza che Alice precipita, mentre la bambina lentigginosa è in salita e scavalca i suoi limiti. Con forza, fa tesoro dei suoi fallimenti; attraversa il buio così ostile a sé stessa e lo illumina perché finalmente crede in qualcosa.

La bambina rappresenta ciascuno di noi

L’autore ci invita a riflettere sulla vita, a domandarci se siamo felici, a prenderci del tempo per ricordarci chi siamo e cosa vogliamo, nonostante gli ostacoli e i momenti di difficoltà. Ci suggerisce di darci la forza per metterci in cammino e accendere in ogni momento i nostri sogni e le nostre future conquiste.

Il mondo ti aspetta

E che dire delle sbalorditive illustrazioni di Gabriella Barouch?

Avete presente quando ammirate un quadro magnifico o osservate il mare che si muove? O quando vi brillano gli occhi mentre al buio guardate un cielo stellato? O ancora, quando vi sdraiate in un giardino di fiori colorati in primavera?

Tutto ciò ci dà una sensazione di benessere, di serenità e posso assicurarvi che è quello che vi succederà con le illustrazioni di questo libro, che rendono l’atmosfera del viaggio ancor più evocativa e coinvolgente.

La minuziosità dei mattoncini delle casette, le venature della piccola barca a forma di noce e l’andatura della piccola protagonista imprimono un forte realismo ai disegni e il fatto che siano inseriti in un viaggio esplorativo e metaforico dona magia e surrealismo a chi legge.

la bambina sulla barca a forma di noce

Quando ho sfogliato per la prima volta l’albo mi è sembrato di remare nella barchetta a forma di noce insieme alla bambina. Ho respirato il profumo del mare, ho sentito il calore del piccolo accompagnatore che porgeva una zampa alla sua amica e ho accarezzato le farfalle così vicino quasi al punto di sentirle tra le dita. Ma, cosa più importante, ho capito che l’autore ci ricorda che il coraggio è dentro ognuno di noi per affrontare le sfide della vita.

Il libro rispecchia le caratteristiche dei testi di Kobi Yamada, che in Italia abbiamo conosciuto finora grazie ai libri pubblicati da Nord-Sud. La meraviglia dei suoi volumi è che ogni volta che ci si accinge a leggerli, se ne ricava qualcosa di nuovo e profondo.
Consiglio questo albo illustrato ai grandi e ai piccini, per riscaldare il proprio cuore nei momenti della vita in cui se ne sente il bisogno.

Il mondo ti aspetta

di Kobi Yamada, illustrazioni di Gabriella Barouch, pp. 42, Terre di Mezzo, 2020 – Età di lettura consigliata: dai 5 anni

RISPARMI 0,75 €
Potrebbe interessarti