Imparare l’inglese con la realtà aumentata di Ellybee

di Alessandra Bonizzoni

Abbiamo testato in famiglia Ellybee, un progetto nato dall’intuizione di un’insegnante (e mamma di tre bambini) tornata in Italia dopo una lunga permanenza in UK, Ornella Faranda. Sostanzialmente ha osservato come l’apprendimento della lingua inglese nelle nostre scuole risentisse di una didattica non al passo con la realtà dei bambini, i cosiddetti nativi digitali.

Per concretizzare e dare forma alla sua intuizione si è affidata ad un esperto informatico, Andrea Tassone, una psicologa clinica e titolare di un asilo bilingue, Silvia Morandi e ad un editore, Gaetano Giuffré.

Dalla sinergia di queste diverse professionalità è nata Ellybee, una start up che garantisce un approccio innovativo alla lingua inglese a partire dai primi anni di vita. Un metodo totalmente Made in Italy e con regolare brevetto registrato.

Fantasy Jungle

Ellybee è sviluppata per poter essere utilizzata in famiglia ma si propone di farsi conoscere dagli insegnanti; il MIUR , Ministero dell’Istruzione, ha già avviato un’iniziale sperimentazione in cinque istituti di scuola primaria per testarne l’efficacia. Il risultato riportato è questo:

“Gli alunni si sono divertiti e hanno raggiunto capacità linguistiche in un ambiente di apprendimento motivante e gratificante”

Perché questa premessa?

Come genitore non posso non riconoscere che i miei figli siano in grado di utilizzare in modo spontaneo ogni tipo di tecnologia; ciò che per me richiede uno sforzo, per loro è decisamente più intuitivo. Come più volte è stato ribadito su questo blog, anche quando si tratta di digitale dovremmo interessarci alla qualità dei contenuti proposti ai bambini. Così come facciamo con i libri, altrettanto dovremmo fare con le app: confrontarle, provarle, sceglierle, assicurarci che dietro ci sia un progetto serio, e non lasciare i bambini soli con questi strumenti.

Anche in questo caso, prima di recensire, ho approfondito e potuto appurare il grande lavoro dietro a Ellybee, e mi è particolarmente piaciuto ciò che dicono di sé:

Il nostro obiettivo è combinare apprendimento e divertimento, assicurandosi che il primo sia generato dal secondo.

Ellybee: si parte dal libro

Ellybee parte dal libro cartaceo. All’attivo tredici pubblicazioni da acquistare singolarmente o accompagnate da flashcard: una guida per imparare il valore dei soldi, un’altra per le regole della strada, i numeri, i nomi dei membri della famiglia, le emozioni, le parti del corpo, le stagioni, le forme e i colori e l’alfabeto associato ai nomi degli animali. Alcune pubblicazioni possono essere personalizzate e dedicate al bambino e l’app, una volta scaricata, permette anche il riconoscimento vocale del piccolo fruitore.

“FANTASY JUNGLE MY FIRST ABC…” è Ia pubblicazione che abbiamo avuto l’opportunità di testare

Età di fruizione consigliata: 5-8 anni

L’albo è corposo, 60 pagine con un buon equilibrio di immagini e parole. Il testo è declinato attraverso delle brevi filastrocche con un ritmo vivace, decisamente il mezzo più immediato per avvicinarsi ai bambini; le illustrazioni sono essenziali. L’insieme riesce a catturare lo sguardo del bambino e la filastrocca si presta alla ripetizione e ad una lettura musicale, utilissime per apprendere con spontaneità.

All’albo è associata l’app “Ellybee at school” scaricabile sui device più utilizzati, smartphone o tablet, e così il libro diventa interattivo grazie alla realtà aumentata. E’ sufficiente puntare il device sui marker presenti in ogni pagina e lasciarsi guidare dalla protagonista, una simpatica ape, Elly, che letteralmente esce dal libro, si muove, legge per noi e ci invita a ripetere il nome di un animale ma, attenzione!, se non si pronuncia bene, Elly chiederà gentilmente di ripetere.

Ellybee_libro

Le ultime pagine sono dedicate ad una serie di giochi, una sorta di conclusione di tutto il lavoro fatto, e le flashcard abbinate aiutano a consolidare i termini appresi durante la lettura.

Ellybee flashcard

Le due pagine riservate ai consigli per i genitori, invece, per la scelta di uno stampato corsivo poco leggibile, risultano faticose alla lettura. Segnalo anche un link riportato sul libro che al momento non sembra esistere (www.ellybee.it/strumentididattici). Detto questo, considero Ellybee un buon punto di incontro tra il cartaceo e il digitale, lasciando il ruolo di protagonista al libro, mentre la realtà aumentata diventa il mezzo che integra e completa attraverso un approccio ludico.

Inoltre invita genitori e bambini a stare insieme, per ritrovare un momento di condivisione sicuramente divertente, perché i bambini acquisiranno fiducia nello scoprirsi più abili dei “grandi” nel destreggiarsi con l’app e i genitori avranno a disposizione un mezzo per aiutare a conoscere una lingua straniera, ad acquisire nuovi termini senza la tensione che tipicamente si crea quando ci si approccia ai compiti e allo studio, in particolare modo per quei bambini con difficoltà cognitive e/o di apprendimento.

Cimentatevi con curiosità alla realtà aumentata di Ellybee, non resterete delusi!

Puoi acquistare il libro e l’app recensita direttamente sul sito di Ellybee.