Menu

Metodo Montessori a casa: un libro per cominciare

4K Condivisioni

La guida pratica “Come liberare il potenziale del vostro bambino” è giunta a casa nel momento propizio. A poche settimane dall’arrivo del nostro secondogenito, mi sta aiutando ad avvicinarmi al metodo Montessori con gradualità, proponendo un percorso specifico da seguire per i primi due anni del bambino.

copertina Come liberare il potenziale del vostro bambino

Il Metodo Montessori a casa propria

Fino ad oggi ho seguito la pedagogia di Maria Montessori in modo frammentario e un po’ raffazzonato, andando a recuperare qualche informazione qua e là sulla rete, confrontandomi con alcune mamme, chiedendo senza troppa convinzione a chi ne sapeva di più. Conoscevo e condividevo qualche concetto fondamentale, come la massima “aiutami a fare da solo“, ovvero l’invito a incoraggiare l’autonomia del bambino sin da piccolissimo, ma nella pratica non ho mai messo in atto con sistematicità i suggerimenti della straordinaria dottoressa, pedagogista, educatrice e scienziata.

Diciamo che con Ilaria sono sempre stata molto proiettata sulle tematiche connesse alla lettura ad alta voce e i miei studi, come sapete, si sono concentrati su questo. Per tutto il resto relativo alla sua educazione, io e mio marito abbiamo seguito l’istinto, le nostre inclinazioni, il buonsenso, la ragione e tanto, tanto sentimento.

Leggendo il libro scritto da Daniela Valente, promotrice del metodo Montessori in Italia attraverso il sito montessori4you, ho capito però che ci sono un’infinità di piccoli gesti quotidiani che si possono attuare per crescere i nostri bambini in modo più naturale, sano, indipendente. Azioni, parole, attività, accorgimenti che sembrano poca cosa, ma che invece, giorno dopo giorno, tracciano una via.

Come liberare il potenziale del vostro bambino

Manuale pratico di attività ispirate al metodo Montessori per i primi due anni

Nella guida edita da “Per un mondo nuovo” nella collana “Montessori 4 You”, i principi del Metodo Montessori vengono sintetizzati in una forma chiara e schematica, permettendo a ogni genitore di:

  • sapere cosa proporre e in quale fase della crescita
  • presentare le attività in modo semplice ed economico
  • preparare un ambiente e dei materiali realmente a misura di bambino
  • applicare l’approccio Montessori a casa in modo consapevole e informato
  • mettere da parte le proprie paure e lasciare sperimentare il bambino in libertà.

Caratteristiche del materiale montessorianoSe come genitori decidiamo veramente di rispettare il Metodo Montessori, allora dobbiamo impegnarci, informarci ed essere coerenti. E cercare di non cadere nei “soliti” errori… Quali? Ecco qualche esempio: mettere fretta al bambino o sostituirsi a lui per velocizzare i suoi tempi; cercare di convincerlo a comportarsi “bene” attraverso premi, punizioni o ammiccamenti di vario genere; riempirlo di regali e oggetti inutili; limitare le sue esperienze dirette per il timore che si faccia male o che si sporchi o che rompa qualcosa.

Le caratteristiche del libro

Dopo una parte introduttiva in cui vengono spiegati i motivi all’origine del manuale, e una breve biografia di Maria Montessori, Daniela Valente espone i principi del metodo Montessori e i suoi obiettivi.
Seguono 10 ottimi consigli per comportarsi come un vero “genitore montessoriano”, tra i quali segnalo:

  • trattate il vostro bambino con rispetto
  • non interrompete i suoi momenti di concentrazione
  • ditegli sempre la verità
  • dimenticatevi l’orologio.

i periodi sensitivi dei bambiniSi passa poi a una sezione pratica in cui vengono illustrate le specificità dei materiali montessoriani e alla parte più corposa e densa di informazioni, quella che scandisce le fasi di vita del bambino, dalla nascita fino ai due anni, il periodo definito della “mente assorbente”, cruciale per il suo sviluppo. Quali sono le attività e i giochi Montessori da portare avanti nei primi mesi di vita? E quali gli oggetti e le pratiche da fornire al bambino via via che acquisisce maggiori competenze e abilità? 

L’autrice fornisce un vademecum da seguire con costanza e progressività, e invita a leggere il libro interamente, anche se il bambino non ha ancora raggiunto certi stadi evolutivi, perché non si può prevedere quando questo avverrà: spesso i passaggi si manifestano “a balzi”.

gli strumenti musicali

Il manuale ha un taglio operativo, con svariate idee e soluzioni casalinghe che tutti i genitori possono replicare senza difficoltà. Gli spunti suggeriti vengono sempre contestualizzati e motivati, poiché sono conseguenza diretta degli studi e delle ricerche sul campo condotte da Maria Montessori.

E io come mi comporterò?

Con ogni probabilità la mia sarà un’applicazione del metodo Montessori riveduta e corretta, più morbida dell’originale. Penso che sarò brava nella scelta dei giochi montessoriani e degli strumenti da offrire al bambino, e nell’assecondare i suoi periodi sensitivi, ma poco propensa a fare modifiche sostanziali agli spazi e agli arredi di casa. Non credo neanche che esorterò mio figlio a usare il coltello da solo o a utilizzare il bicchiere di vetro sin da piccolo… Mi conosco (e soprattutto conosco mio marito!), l’apprensione sarebbe troppa. Quello di cui sono certa, però, è che tutte le conclusioni a cui è giunta Maria Montessori si fondano su una concezione del bambino come individuo libero e indipendente, che impara attraverso l’esperienza diretta, che andrebbe sostenuta e presa d’esempio molto di più, soprattutto nelle scuole.

Sulla lettura ad alta voce

Nel manuale viene confermata l’importanza della lettura ad alta voce ai bambini e Daniela inserisce un riferimento a Milkbook e a me. Il mio nome compare anche tra i ringraziamenti. Inutile dirvi che la cosa mi ha reso felice.

citazione milkbook

 

>> Il libro può essere acquistato sul sito Montessori 4 You e su Amazon: 

Hai figli dai 3 ai 6 anni?

Ti consiglio il secondo volume di Daniela Valente ispirato al metodo Montessori

Banner-libri-montessori