Menu

Moabi: un libro e un laboratorio alla scoperta dell’Albero

di Marzia Montrone

Un albo illustrato di vero pregio, che affronta un argomento forte e importante, quale è il disboscamento, attraverso un racconto delicato e incantevole. Le illustrazioni dalle tinte vivaci, che ci ricordano il calore e la bellezza delle terre africane, si arricchiscono di poche e semplici battute di testo, dove è evidente che ogni parola è stata scelta con accuratezza per rendere più immediato il messaggio: proteggiamo le nostre foreste.

Le frasi si snodano come in una danza lungo le pagine del libro, seguendo i contorni sinuosi delle immagini, e, attraverso questa scelta fine e ponderata, l’autore realizza un albo che riesce ad incantare i bambini come gli adulti, grazie ai suoi diversi livelli di lettura.

MOABI

scritto e illustrato da Mickael El Fathi, Terre di Mezzo Editore, 2017
Età di lettura consigliata: dai 5 anni

Copertina MOABI

Il Moabi, albero monumentale e millenario della foresta tropicale africana, è il protagonista del racconto. Insieme a lui ripercorriamo la sua storia, da seme ad albero antico e saggio, e, parallelamente, la crescita rigogliosa e la diffusione spontanea della foresta in cui vive. L’intensità della vita che si sprigiona pagina dopo pagina ben si traduce nella potenza espressiva delle immagini.

Moabi interno

A mano a mano che il racconto incalza compaiono nuovi personaggi, che in un modo o nell’altro entrano in contatto con il Moabi, e con il quale intessono relazioni positive e amichevoli. Dinosauri golosi, uccelli esotici che trovano riposo sui suoi rami e scimmie curiose che fanno da vedetta dalla sua cima, il tutto in un contesto armonioso e di grande amicizia. Fino all’arrivo dell’uomo, questo sconosciuto; la sua comparsa crea scompiglio nella foresta e rompe gli antichi equilibri.

Moabi

Dapprima il Moabi lo osserva incuriosito e fiducioso, ma ben presto è costretto a ritirarsi nelle fitte fronde per fuggire alla sua prepotenza. Infatti, l’essere umano ha bisogno di legna per vivere, per scaldarsi e per mangiare e la foresta inizia a subire questa incessante minaccia.
L’idillio è finito, ma la speranza è l’ultima a morire.

Moabi, pagine interne

LABORATORIO “IL MOABI”. Costruiamo il nostro albero

Con questo laboratorio il grande Moabi prende vita, uscendo dalle pagine del libro per mostrarsi più da vicino ai suoi giovani lettori.

Seguendo la narrazione, si parte dall’osservazione dell’albero in tutte le sue componenti, per arrivare ad indagare nel dettaglio la sua crescita e il suo sviluppo.

La regola fondamentale che guida il naturale processo di crescita di una pianta “il ramo che segue è sempre più piccolo del ramo che lo precede” (dal libro di Bruno Munari “Disegnare un albero”), è il punto di partenza per la costruzione del nostro albero.

costruzione dell'albero

Fogli di carta di diverse dimensioni vengono trasformati in tronco attraverso la tecnica del “Frottage” (con i pastelli a cera e un foglio di carta appoggiato sulla corteccia si ricostruisce la texture del legno), per poi essere collocati sul pavimento ed incollati l’uno all’altro fino a comporre un grosso albero spoglio.

E’ il turno poi della chioma: le foglie sono disegnate e ritagliate dai bambini e i frutti succulenti sono realizzati con oggetti di riciclo sulle diverse tonalità dell’arancio.

l'albero Moabi realizzato dai bambini

Un laboratorio creativo e interattivo specificatamente pensato per bambini di 4-5 anni della scuola dell’infanzia; un progetto didattico volto alla scoperta dell’albero, dove ogni elemento naturale che lo compone è riprodotto con diversi materiali e colori attraverso l’estro artistico dei bambini.

Li si vuole stimolare alla conoscenza e alla curiosità, invitandoli a collaborare tutti insieme; con questa azione partecipata, che li coinvolge in prima persona, si dà vita al personaggio del nostro racconto.

A conclusione del laboratorio si ritorna sul libro – elemento dal quale non si può prescindere – per leggere insieme ai bambini la breve descrizione storico botanica con cui l’autore arricchisce l’albo illustrato. E con una semplice quanto incantevole spiegazione sulle caratteristiche di questa straordinaria pianta (e la realizzazione della scheda botanica corrispondente) si chiude l’attività didattica che l’ha vista protagonista indiscussa.

Credo che il valore aggiunto di questo workshop stia nello spirito di cooperazione con cui viene condotto: ogni bambino è conscio e fiero dell’importanza del suo piccolo contributo, tassello fondamentale per la creazione del tutto. A regnare è lo spirito di squadra, e nessun bimbo viene lasciato indietro.

La cosa che diverte maggiormente? Ovviamente ricalcare la corteccia!

Puoi acquistarlo online in uno di questi store:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.