Menu

Nella foresta non si parla d’altro, ovvero le elezioni spiegate ai bambini

Trovo molto interessanti e divertenti le domande dei bambini perché sono un’occasione per fermarsi, cercare le parole adatte, mettersi in discussione osservando le cose da un punto di vista diverso, molto spesso un punto di vista che da adulti abbiamo dimenticato, presi a rincorrere i nostri pensieri nella velocità quotidiana.

Trovo molto interessanti e divertenti anche i bambini che vogliono capire quello che succede nella realtà, perché attenti a quello che li circonda mentre noi, in più occasioni, ci dimentichiamo di essere osservati e ci dimentichiamo che dovremmo essere un esempio.

Cosa sono le elezioni? A che servono? Perché si va a votare?

In queste ultime settimane mi sono imbattuta in un simpatico libro per bambini che mi ha aiutata a spiegare ai più piccoli cosa sono le elezioni, cogliendo così l’occasione per rispondere ad alcune domande di non semplice e scontata risposta.

Si tratta di un albo illustrato attuale, curato, dal titolo Nella foresta non si parla d’altro – le elezioni degli animali a cura di André Rodrigues, Larissa Ribeiro, Paula Desgualdo e Pedro Markun (pubblicato da Terre di Mezzo Edizioni).

Nella foresta non si parla d’altro – Le elezioni degli animali

Nella foresta non si parla d'altro

Cosa succede se un giorno nella foresta il leone, re indiscusso e assoluto di tutti i tempi, decide di deviare il corso dell’acqua del fiume per costruire una piscina proprio davanti alla sua tana?

E cosa succede se tutti gli altri animali della foresta decidono di non essere d’accordo con questo gesto, considerato un sopruso perché non condiviso chiedendo il parere di tutti?

E, da ultimo, cosa succede se il ruolo del leone, per la prima volta, viene messo in discussione?

immagini interne Nella foresta non si parla d'altro

Una storia ben costruita, utile a far comprendere ai bambini un valore prezioso come la democrazia, dietro la quale si trovano principi come il confronto, il dialogo, la partecipazione e la condivisione.

In tutto questo trambusto, nella foresta, si organizzano prima una manifestazione di protesta, poi le elezioni, per le quali vengono scritte anche delle regole precise, stabilite da uno specifico comitato costituito per l’occasione.

Come candidati alla presidenza della foresta, oltre al leone, si presentano una bradipa, una scimmia e un serpente che, proprio come nella vita vera, si incontrano durante i comizi e i dibattiti per essere votati durante le elezioni della foresta, un evento unico di cui non si fa altro che parlare.

la scimmia si candida

Un libro coinvolgente, nato per spiegare la democrazia ai più giovani, che è stato il frutto di un lavoro collettivo realizzato dagli autori con un gruppo di bambini partecipanti a 5 laboratori tenutisi in Brasile.

Chi avrà ha vinto le elezioni della foresta? Se non siete d’accordo con l’esito, potete esprimere il vostro pensiero seguendo le indicazioni attraverso un semplice QRCode. Perché le elezioni sono così: qualcuno vince e qualcuno perde, ma ognuno di noi può contribuire per provare a cambiare le cose.

il voto durante le elezioni

Un discorso a parte lo meritano i disegni, realizzati con varie tecniche; immagini movimentate, espressive, ricche di colori dallo stile pop. Illustrazioni che mettono allegria e sono in grado di avvincere e suscitare emozioni in chi legge, stabilendo un convincente equilibrio con il contenuto testuale.

Un albo che consiglio davvero di leggere con la voglia di raccontare, spiegare e andare oltre la semplice storia, perché è importante educare ragazzi consapevoli che potranno essere, domani, adulti capaci di comprendere le situazioni andando in profondità.

Puoi acquistare “Nella foresta non si parla d’altro” nella tua libreria di fiducia o online in uno di questi store: