Perché la Terra ha la febbre? E tante altre domande sul clima

Inquinamento e cambiamenti climatici sono strettamente connessi e quindi per arginare i danni dobbiamo cambiare subito il nostro modo di vivere. Lo spiegano benissimo Elisa Palazzi, scienziata che studia i cambiamenti climatici e lo scrittore Federico Taddia nel libro intervista "Perché la Terra ha la febbre?"
24 Condivisioni

Che la Terra non sia in forma, che l’ambiente, nella sua più ampia accezione, sia in pessime condizioni è evidente anche ai ragazzi o forse sarebbe meglio dire che è evidente per i ragazzi. Sì perché nonostante le preoccupazioni per l’ambiente e il clima abbiano radici lontane e siano crescenti tra gli scienziati, la maggior parte di noi non sembra rendersi conto della gravità della situazione.

“L’uomo è dotato d’intelligenza e di forza creativa per moltiplicare quanto gli è dato, ma fino a oggi egli non ha creato, bensì distrutto. I boschi sono sempre meno, i fiumi seccano, la selvaggina si è estinta, il clima è rovinato e di giorno in giorno la terra si fa più povera e caotica”.

Una citazione che, per la sua attualità, si potrebbe far risalire a giovani attiviste quali Greta Thunberg o Licypriya Kangujam, e che invece è tratta da Zio Vanja di Anton P. Cechov (1896!).

Dalla Rivoluzione industriale la terra è stata messa sotto stress e da allora intellettuali e scienziati hanno denunciato i pericoli dello sfruttamento delle risorse invitandoci a rivedere il nostro rapporto con l’ambiente.

Perché la Terra ha la Febbre? E tante altre domande sul clima

Elisa Palazzi, scienziata che studia i cambiamenti climatici, Federico Taddia, scrittore, libro-intervista edito da Editoriale Scienza nel 2019, collana Teste Toste, illustrato da AntonGionata Ferrari. – Età di lettura consigliata: + 9

perché la terra ha la febbre?

Il libro, strutturato in 29 brevi capitoli, tutti sotto forma di intervista, spiega in un divertente botta e risposta argomenti importanti con semplicità e rigore scientifico, vivacità e precisione insomma grande capacità divulgativa.

In apertura troviamo le istruzioni per l’uso del volume. Sì perché questo libro si può leggere d’un fiato, aprire a caso e da quella pagina iniziare un viaggio alla scoperta del clima, saltellare, approfondire. Per questa ragione alla fine di ogni capitolo a piè di pagina troviamo un box che rimanda agli approfondimenti sugli stessi temi trattati negli altri capitoli.

istruzioni

Scopriremo quanti luoghi comuni e imprecisioni incrostano la nostra conoscenza sul clima e sull’ambiente.

Alcuni esempi:

  • I cambiamenti climatici hanno anche cause naturali come le eruzioni vulcaniche.
  • Le bombe d’acqua non esistono, si tratta di un’invenzione giornalistica. Il termine scientifico del fenomeno è nubifragio.
  • È falsa anche la convinzione che l’inquinamento sia un fenomeno relativamente recente. L’inquinamento è iniziato più di 2,8 miliardi di anni fa. È però vero che quello come lo intendiamo oggi si può collocare durante la rivoluzione industriale.

Sono molte le curiosità che scopriremo pagina dopo pagina.

Alcuni esempi:

  • Il periodo caldo nel quale viviamo anche noi è iniziato 11.700 anni fa e si chiama Olocene.
  • Esiste una stretta connessione tra il colore dell’oceano e il clima
  • Come e perché gli alberi aiutano, influenzano e controllano il clima
  • Che cos’è una carota di ghiaccio e a cosa serve
  • Che il vero motivo per cui i ghiacciai tengono fresco il pianeta è il colore e perché.
  • Che cos’è il Permafrost.
  • Cosa s’intende per Global Warming, perché cambiano gli animali e la biodiversità è a rischio.
  • Cos’è la mitigazione
  • Chi si occupa del clima e cos’è una COP
  • Soprattutto che indagare il clima è lavoro lungo e complesso.
clima

Quello che il mediatore adulto potrà notare e apprezzare di questo libro è la visione obiettiva senza alcuna deriva antropofobica o antropocentrica della problematica e della relazione uomo-natura.

Di sicuro il lettore di qualsiasi età rileverà l’urgenza di una rivoluzione nei comportamenti quotidiani, una rivoluzione che può iniziare solo con l’educazione ambientale e la conoscenza necessaria per avere rispetto della Terra e della natura!

Buona lettura

perché la terra ha la febbre?

ADVERTISING