Un cagnolino, un bastone da recuperare e una ricompensa che fa gola…

Una storia ironica e fulminea, dal ritmo sostenuto, per una lettura giocosa, movimentata da una serie di colpi di scena

Prendilo! È questo il comando che Pedro, uno scattante e vivace cagnolino, si sente ripetere dalla padrona ogni qual volta lei gli lancia il bastone. E lui, felicemente, come ogni cane che si rispetti, lo va a prendere e glielo riporta.

Il libro Prendilo!

L’azione prosegue ricalcando la stessa dinamica: la bambina lancia il ramoscello, il cane si allontana correndo, il lettore lo perde di vista per un momento, ma poi ecco riapparire l’animale soddisfatto con la sua “preda” tra i denti e una ricompensa di croccantini ad aspettarlo.

Fino qui scorre tutto sui soliti binari, sembrerebbe la storia di un cane da riporto, penserete voi. Ma se andasse avanti così, il libro risulterebbe assai prevedibile. E invece sappiamo che in ogni buon libro deve esserci almeno una svolta, un fatto imprevisto che spezza la linearità degli eventi narrati e alimenta la curiosità del lettore spingendolo a girare pagina.

In questo caso il fatto insolito si verifica quando, all’ennesimo lancio, la bambina vede riapparire tra i cespugli non più il fedele Pedro con il bastone recuperato, ma un leone.

il leone con il bastone in bocca

La piccola protagonista, perplessa e spaventata, decide di comportarsi come ha sempre fatto, e offre al Re della Savana la solita ricompensa. E fa bene! Perché il leone accetta di buon grado il croccantino e, visibilmente soddisfatto, se ne va.

Bastoncino riportato. Croccantino ricevuto.

È ora la volta di un elefante! Anche lui ha riportato il bastoncino alla piccola e si merita il suo ghiotto premio.

arriva l'elefante

Ma non è finita qui. Manca, infatti, un altro animale, stavolta non un mammifero, ma un rettile. Un temutissimo rettile nelle cui fauci enormi giace il bastoncino: un COCCODRILLO!

La bambina appare decisamente intimorita e stavolta non sa proprio che fare. Anche perché ha finito tutti i croccantini…

ecco il coccodrillo

Ci vorrebbe un lampo di genio per uscire dall’impasse.
Nonostante il pericolo che incombe, la ragazzina riesce a trovare un astuto escamotage per allontanare il coccodrillo e persuaderlo ad andarsene pur senza aver ottenuto nulla in cambio.

Ora che però i i croccantini sono terminati, la cricca di animali che aveva preso parte al gioco è delusa e gli altri che erano pronti alla loro razione ci rimangono male.

gli animali delusi

E Pedro?
Forse, adesso, è giunto il momento di rifarsi vedere dalla padroncina. Dopotutto, ahimè, non ci sono altri croccantini da condividere. Peccato!

Il duo MaudietEscoffier ci delizia con un altro cartonato spiazzante e divertente popolato da animali che si comportano in modo buffo e insolito.

Una storia fulminea e ironica, con molta azione e una “regia” meticolosa, che guida lo sguardo del lettore in modo preciso: la bambina figura sempre sulla pagina sinistra, mentre nella facciata di destra scorrono i vari e impensabili personaggi che, a turno, spuntano dalle fronde e si muovono verso il centro dell’albo. Ritmo sostenuto e un’allegria di fondo sempre presente.

Sembra facile progettare e ideare un libro così. Pochissime pagine. Pochissime battute di testo. Pochissimi tratti per rappresentare ambientazione e personaggi. E invece è proprio nell’apparente e piacevole semplicità che ci restituisce che si nasconde la bravura e il talento degli autori! Un sodalizio artistico che si conferma fertile e creativo.

Prendilo!

Matthieu Maudet, illustrazioni di Michael Escoffier, traduzione di Tanguy Babled, Babalibri, 2019. Età di lettura consigliata: dai 2 anni.

interni di Prendilo!

Se il libro ti piace, puoi richiederlo alla tua libreria di fiducia. Se invece scegli di acquistarlo on line, puoi sostenere questo blog cliccando su uno dei seguenti link affiliati:

Altri articoli che potrebbero interessarti​