Quante famiglie! – Tutte le risposte alle domande sul vivere insieme

38 Condivisioni

Il palazzo che ci introduce alle tante famiglie che abitano questo libro fitto fitto di finestrelle è estremamente variegato. Un melting pot di assetti e combinazioni parentali eterogeneo e movimentato. Affacciati alle finestre ci sono i piccoli di casa: Stefano, Bruno, Luisa, Anna, Enzo, Camilla, Sofia, Giulio, Luca, Marco e Kevin. Schiudendo le alette centrali, che danno accesso agli interni dell’edificio, troviamo anche i loro parenti: genitori naturali o adottivi, mamme e papà uniti o separati, papà con compagni, mamme con fidanzate, papà o mamme single.

il palazzo di "Quante famiglie"

Ma che cos’è una famiglia?

Un gruppo di persone unito da un legame di parentela e di affetto che, di norma, sceglie di vivere insieme.

Ecco, credo che basterebbe usare queste precise parole per rispondere alle legittime domande che ci pongono i bambini sull’argomento, senza arrampicarci sugli specchi, senza usare il paraocchi, senza farfugliare, senza imbarazzi, senza menzogne. Senza trasmettere l’idea che la “famiglia” sia solo quella composta da mamma e papà sposati, possibilmente con figli che crescono sotto lo stesso tetto, perché semplicemente non è così. E nella società odierna non è più così in moltissimi casi.

matrimonio

La famiglia è il luogo della cura, della protezione, del calore, del sostegno, della fiducia, delle regole, dell’attenzione e del rispetto. Ed è profondamente ingiusto pensare, o far credere ai propri figli, che chi cresce in un “assetto” differente dal proprio sia per questo da ritenere “sfortunato” o “diverso” o, peggio ancora, “pericoloso”. La famiglia è un fatto di sentimenti.

Quante famiglie

Questa nuova pubblicazione di Editoriale Scienza dal titolo Quante famiglie! (testi di Delphine Godard e Nathalie Weil, illustrazioni di Stéphane Nicolet, traduzione di Francesca Gregoratti) intende prendere una posizione chiara e decisa sull’argomento. Intende rispondere alle domande dei bambini in maniera sintetica e oggettiva, fugando dubbi, paure, incomprensioni.

Il matrimonio dei genitori cambia qualcosa per i figli?

La risposta è inequivocabile: Nei confronti dei figli i diritti e i doveri dei genitori, siano sposati o meno, sono gli stessi. In caso di separazione, gli obblighi sono legalmente i medesimi.

Per ogni quesito, una rapida spiegazione che, con tono asciutto, scioglie l’incertezza. A fare da contraltare a questo impianto formale, le illustrazioni dal segno giocoso, utili a stemperare la serietà del discorso e a renderlo più amichevole.

separazione

I testi sono distribuiti sulle pagine in brevi paragrafi, per fornire spunti e soddisfare piccole curiosità. Le finestrelle da sollevare, le pagine colorate, i disegni ironici, i frequenti flashback nel passato per fare raffronti con il tempo presente, i salti verso altre culture, sono tutti espedienti scelti per rendere l’impianto del libro agile, dinamico, moderno, lontano da una trattazione di tipo enciclopedico.

Se da un lato questa impostazione agevola la lettura autonoma, rendendo possibile anche una fruizione libera e “a morsi”, non sequenziale, dall’altro può disorientare e lasciare l’impressione che certi temi vengano accennati frettolosamente o trattati in termini semplicistici. Ai ragazzi di 9-10 anni, pubblico cui è destinato il libro, l’ardua sentenza.

Adozione

Mi sembra chiaro che lo scopo non dichiarato del libro sia quello di aiutare i bambini a conoscere meglio la contemporaneità e ad abbattere certi paletti e pregiudizi, ma anche quello di portarli a riflettere su se stessi, a ragionare su di sé e sulla propria famiglia, ad accogliere e dare importanza ai loro tanti interrogativi. Perché è sempre meglio informarsi, parlarne, leggerne, confrontarsi, ascoltarsi, rispettarsi.

RISPARMI 2,69 €
Quante famiglie! Tutte le risposte alle domande sul vivere insieme
1 Recensioni
Quante famiglie! Tutte le risposte alle domande sul vivere insieme
  • Delphine Godard, Nathalie Weil
  • Editore: Editoriale Scienza
  • Cartonato: 48 pagine

 

38 Condivisioni