Troppo opposti di Max Dalton | un libro che non ti aspetti

15 Condivisioni

Alle lettura di libri narrativi veri e propri, ogni tanto ci piace intervallare quella di albi più concettuali e grafici che ci inducono a non dare nulla per scontato e a guardare in profondità le figure, per capire a quali significati rimandino.

TROPPO OPPOSTI

Troppo opposti, di Max Dalton, Il Castoro Edizioni, si inserisce nel solco di queste letture visive guizzanti, giocose, che chiedono ai bambini e agli adulti che li accompagnano di interpretare le illustrazioni e indicare le illustrazioni per non farsi sfuggire nulla.

Troppo opposti, la copertina

Si parte con due opposti “tradizionali”, l’elefante e la formica in copertina, che sembrano molto affiatati nonostante i loro “pesi specifici” assai diversi, per proseguire con altri tipi di contrapposizioni, meno consuete: il fuoco che il drago getta addosso al cavaliere in fuga è TROPPO CALDO, mentre il bagno che un nudo e smagrito Babbo Natale si sta concedendo è TROPPO FREDDO; il guinzaglio del cane che non gli permette di raggiungere l’osso è TROPPO CORTO, mentre la limousine nera è TROPPO LUNGA; l’operaio sulla scala si è spinto decisamente TROPPO GIU’, arrivando fino all’inferno, viceversa quella golosa torta si trova TROPPO SU per la bambina, che non ce la fa ad agguantarla.

TROPPO CORTO

È chiaro che non abbiamo a che fare con una carrellata di prevedibili coppie di contrari da individuare (nella forma, nella dimensione, nei colori o altre caratteristiche esteriori), ma con scenette paradossali dall’effetto comico in cui i tanti TROPPI messi a confronto sono lì per smuovere riflessioni e risate.

interni del libro Troppo opposti

Bisogna non essere troppo piccoli e avere alle spalle una certa esperienza di vita per cogliere i tanti rimandi e messaggi inseriti dall’autore tra le pagine. Se anche un bambino di 3 anni capirà che quell’uomo con la macchina fotografica è indubbiamente TROPPO VICINO alle fauci spalancate del coccodrillo, o che la stretta di mano di Superman è TROPPO FORTE per la manina di quel piccino che gli sta accanto, solo i più grandicelli metteranno a fuoco senza difficoltà che per Dracula la stanza sta diventando TROPPO CHIARA o che il sub intrappolato nei tentacoli della piovra è TROPPO SILENZIOSO…

Quello che è certo è che alcuni dei contrari che si susseguono tra le pagine sono folgoranti e spiazzanti, e che le scelte illustrative e grafiche di Max Dalton risultano altrettanto incisive: immagini piatte dai colori fortemente contrastati che fuoriescono in maniera netta dai fondi totalmente bianchi o neri, scritte che si schiacciano, si dilatano, si allungano o si allontanano a seconda del caso, assumendo anch’esse forme e significati precisi. Ogni elemento presente su queste pagine comunica in maniera perentoria e lancia al lettore un messaggio eloquente.

Troppo forte

Leggetelo e commentatelo insieme a bambine e bambini dai 5 anni in su e vi avviso: verrete travolti dalle loro osservazioni acute e dalle loro risate aperte. Buon divertimento!

 

 


Puoi acquistare “TROPPO OPPOSTI” in uno di questi store on line:

15 Condivisioni