Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Oltre la paura del diverso e degli stereotipi

Immaginate di essere un minuscolo animale, per la precisione un topolino che si è stufato di passare sempre inosservato, di non essere mai preso in considerazione dagli animali più grandi di lui. Immaginate che questo topolino ambisca a diventare anche solo un pochino simile a uno di essi, ma non a uno a caso. Lui ha grandi ambizioni e non gli basta emulare un animale qualsiasi, bensì il re: il leone! Beh, dicevo, immaginate di essere nei panni di questo topolino. Cosa potreste fare per realizzare il vostro sogno?

UN LEONE DENTRO

di Rachel Bright, illustrazioni di Jim Field, ZOOlibri, 2019 – Tradotto, tra un ruggito e una risata, da ZOOlibri in Italia. Età di lettura consigliata: dai 4 anni

Un leone dentro

A casa nostra, tra i nostri libri, lupi e leoni vanno per la maggiore. Durante le letture ci piace scoprire sempre qualcosa di nuovo su questi animali dall’aspetto forte e potente, riprodurne i versi e divertirci con le loro storie, che a volte vanno un po’ contro tutti gli stereotipi, come nel libro di cui vi parlo oggi.

Il leone protagonista della storia se ne sta in cima alla roccia e tiene sotto controllo tutto il suo territorio «Questa poderosa, magnifica creatura faceva continuamente capire ad OGNUNO quale e quanta fosse la sua IMPORTANZA».

il leone si vanta della sua forza

La sua maestosità contrasta totalmente con quella di un piccolo animale, che tra l’altro non credo proprio che nella realtà viva nella savana: «E sotto quella roccia, in una casetta piccola piccola viveva il più piccolo, tranquillo e pacifico topolino marrone».

Il fatto sta che questo topolino è talmente piccolo che nessuno degli animali mai lo nota. La sua vita è proprio difficile: calpestato, tagliato fuori, ignorato. Insomma, chi di voi non sarebbe stufo di una vita così?

il topolino

Quindi che fare?  Pensa e ripensa il topolino una soluzione sembra trovarla. E così ecco l’idea, deve imparare a ruggire! Una soluzione che comporta impegno, studio e dedizione. Ma non solo…deve imparare dal migliore «Ma – GULP – mamma mia, c’era UN SOLO animale che poteva insegnargli come fare». Così il topolino si fa coraggio e sale quella roccia per andare dal leone.

il topolino è continuamente ignorato

Quel che lo aspetta stupirà lui stesso e naturalmente il lettore!

Una storia che parla di amicizia e di coraggio, che porta a molteplici riflessioni. Intanto mai arrendersi e mai pensare che la forza fisica sia meglio di altre doti. Per raggiungere i propri obiettivi ci vuole dedizione e una forza che, però, sta dentro di sé e che spesso riesce a intimorire molto di più.

Una storia che va oltre la paura del diverso e degli stereotipi, per dire in modo divertente che ognuno di noi ha delle qualità, a volte nascoste, che vengono fuori guardandosi dentro, ma anche guardandosi da fuori.

il ruggito del leone

E poi come dicevo c’è l’amicizia, che non sempre è scontata ed è nella condivisione e nel confronto che vengono fuori i lati migliori di ognuno di noi.

Il libro è di grande formato e ha una forza visiva dirompente. Si gioca molto con la grafica e con l’impaginazione del testo: parole grandi, che lo diventano ancora di più quando si tratta di evidenziare i passaggi salienti, onomatopee, versi, fumetti.

Il giallo è il colore dominante, usato come sfondo e per i tratti principali degli animali protagonisti. Troviamo poi il marrone/arancione dell’habitat della savana e della grande criniera del leone. E poi il bianco e il nero, che si alternano sullo sfondo. Il giorno e la notte, il movimento e l’attesa.

Le immagini sono di grande impatto. I tratti degli animali sono ben delineati e i disegni trasmettono chiaramente le emozioni provate dai singoli personaggi. Il piccolo topolino, non a caso, è rappresentato con grandi occhi gialli e ancor più grandi orecchie rosa. L’immagine in assoluto più potente ed emblematica è rappresentata dall’incontro tra i due protagonisti: un’immagine a tutta pagina dove il topolino è grande (anzi piccolo) pressappoco come una narice del leone, la cui criniera fa da sfondo alla scena. I disegni dicono tutto, ancor prima di leggere il testo che accompagna la scena «Il tempo rallentò… poi sembrò fermarsi». Che cosa succederà? Sarà bello scoprirlo, e anche divertente!

il leone e il topolino
Un leone dentro. Ediz. a colori
51 Recensioni
Un leone dentro. Ediz. a colori
  • Bright, Rachel (Author)
Potrebbe interessarti