Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Un segreto gigante | un nuovo albo illustrato di David Litchfield

Un albo illustrato che, ancor prima della storia, ha attirato la mia attenzione per la forza delle illustrazioni, capaci di condurre il lettore in luoghi lontani, incantati, magici: luoghi della fantasia dove è bello ritornare, anche quando si è diventati adulti.

Un segreto gigante

di David Litchfield, tradotto ed edito in Italia da Zoolibri, 2019

Età di lettura suggerita: dai 3 anni

copertina del libro Un segreto gigante

Un segreto gigante è un albo illustrato di grandi dimensioni scritto e illustrato da David Litchfield che ha per protagonisti un bambino di nome Leo, suo nonno e una presenza segreta, misteriosa e carica di fascino.

La vicenda si apre con un’immagine corale: i bambini della comunità sono impegnati nella realizzazione di un bellissimo murales, con il quale intendono abbellire la città. Il muro però si rivela troppo alto per le loro piccole stature e, con rammarico, sono costretti a rinunciare a completare il lavoro.

i bambini realizzano il murales

Il nonno di Leo gli rivela allora un segreto: nella loro città abita un GIGANTE che aiuta le persone e interviene quando sono in difficoltà. Il nonno incoraggia il nipote a credere alle sue parole, a quello che non si vede ma si percepisce, a quel qualcuno o qualcosa che ci sta sempre accanto aiutandoci e sostenendoci anche quando tutto sembra difficile.

il gigante appare quando c'è bisogno

Il bambino è perplesso, si chiede come possa esistere un gigante che nessuno ha mai visto, ma i ricordi piano piano affiorano alla memoria e sembrano dare consistenza alle parole del nonno… ricordi di momenti paurosi ed esperienze pericolose vissute insieme, che alla fine si erano risolte “magicamente” per il meglio.

Chi avrà protetto in quelle circostanze Leo e il nonno? Un gigante, forse?

Ma figuriamoci se può essere stato davvero un gigante. Lo sanno tutti che i giganti non esistono e, ammesso che fosse vero, perché nessuno riesce a vederlo? Non dovrebbe restare inosservato, giusto?

Leo non si accontenta delle cose dette dal nonno, deve vedere con i suoi occhi. Una mattina si sveglia presto, quando ancora la città è buia e tutti dormono. Arriva al punto in cui si trova il muro sul quale è disegnato il murales che non riuscirà a terminare con gli amici e… ma sembra proprio un gigante quello che vede e Leo scappa dalla paura. Corre e corre e corre finché si ferma perché ha ragione il nonno quando dice che “le persone hanno paura di tutto quello che non conoscono… quando vedono il gigante urlano e scappano. E questo lo rattrista”.

Accidenti e adesso? Adesso bisogna rimediare, bisogna trovare il modo di dire al gigante che Leo non ha paura perché in fondo lui aveva capito:

… aveva capito che il gigante non era solo un gigante.
Era soprattutto una persona.
E voleva quel che vuole ognuno di noi quando è scombussolato.
Un amico”.

Il gigante e Leo si incontrano

Un libro dolce nella sua semplicità nel quale le parole arrivano dritte al cuore ma, ancor prima, arrivano i disegni, i colori, le sensazioni a riempire gli occhi attraverso un’atmosfera rara e sublime.

Un libro dedicato a tutti i bambini, grandi e piccoli.

All’amicizia.

Al valore della persona al di là di come questa appare.

David Litchfield ha scritto, come prima opera, L’Orso e il Piano, libro pubblicato in 12 lingue con il quale, nel 2016, ha vinto il Waterstones Children’s Book Prize nella categoria albi illustrati.

Copertina di Un segreto gigante

Puoi acquistare “Un segreto gigante” nella tua libreria di fiducia o online in uno di questi store:

Potrebbe interessarti