Menu

La pestifera Susanna: le storie buffe della bambina più combinaguai del mondo

17 Condivisioni

Sono trascorsi sessant’anni (n.d.r. oltre 70 anni in verità) da quando le storie della bambina più pestifera del mondo hanno fatto la loro comparsa, ma il fatto incredibile è che Susanna è tuttora attualissima, con il suo bagaglio di marachelle sempreverdi.

Questo il messaggio impresso nella quarta di copertina di La pestifera Susanna, incalzante e divertentissima pubblicazione a fumetti della disegnatrice e caricaturista tedesca Martha Bertina, data alle stampe nel lontano 1941 e presente in Italia grazie alla casa editrice romana Beisler, che continua a riservarle un posticino caldo nel suo catalogo.

La pestifera Susanna

Martha Bertina, trad. Chiara Belliti, copertina di Nicoletta Caforio, Beisler Editore, 2004
Età di lettura consigliata: dai 4 anni

La pestifera Susanna libro

Susanna è un vero concentrato di simpatia, irriverenza e imprevedibilità. Una ragazzina che mal digerisce divieti e obblighi e agisce d’impulso, seguendo con coerenza la sua logica bambina, fatta di reazioni tumultuose a rimproveri e ammonimenti.

Quando per esempio la mamma la esorta a dare un bacetto al caro zio Eberardo che l’è venuta a trovare a casa, Susanna prima osserva perplessa la sua lunga barba cespugliosa e ispida, poi si presenta con una maschera casereccia sul viso, un setaccio per la farina che la protegge da eventuali graffi e raschiamenti.

Susanna si mette la maschera

Altro esempio: quando la mamma la sgrida duramente perché la sorprende a gettare una cartaccia nel vaso, Susanna per rimediare si affretta a rovesciare tutto il contenuto dell’urna a terra, facendo cadere una valanga di altra immondizia messa lì da chissà quanto tempo.

Susanna rovescia il vaso

Gli episodi raccontati sono fulminei e si esauriscono in due pagine introdotte da un titolo. I disegni a china, realizzati in bianco e nero, sono incorniciati dentro vignette rettangolari tra loro omogenee, che si succedono tre a tre. La struttura del libro è molto schematica, e vede il susseguirsi di un’avventura dopo l’altra, per un totale di trenta puntate. Le vicende si leggono di filato, guidati principalmente dalle immagini sferzanti, seguite da brevissimi testi altrettanto eloquenti.

Susanna si tuffa

Da subito risulta chiaro che Susanna è una bimba anticonformista e ribelle, contraria ai modelli educativi che le vengono imposti. Una bimba che vive in una società molto diversa da quella contemporanea, dove “le buone maniere” sono pretese senza tanti convenevoli a tutte le signorine di buona famiglia, e dove non è raro che le regole vengano “insegnate” a suon di schiaffoni e sculacciate.

Susanna viene sculacciata

Eppure, nonostante un contesto affettivo aspro, dominato da una madre ruvida e autoritaria e da un papà altrettanto brusco e freddo, Susanna trova in se stessa le risorse necessarie per opporsi e per far entrare nella sua vita il gioco, la fantasia, l’avventura. La sua personalità vivace e la sua guizzante inventiva le permettono di trasformare un ostacolo in un’occasione di divertimento, di far diventare la cupa realtà un’esperienza emozionante e spericolata.

Protagonista è lo sguardo acuto della bambina, impegnata a rendere meno noiosa la sua quotidianità confezionando marachelle, escogitando modi per non farsi beccare, cercando di coprire danni e pasticci, aiutando i suoi amici cani e gatti a tirarsi fuori dagli impacci, provvedendo da sola a trovare soluzioni originali per cavarsela in ogni difficoltà.

Viene naturale volerle bene e ridere delle sue trovate. Nella sua testolina irrequieta si smuovono pensieri grandi e si riscontra una capacità di resilienza non comune, la ferrea volontà di non farsi abbattere e di costruirsi la vita a suo gusto e misura. Imparando dagli errori, scontrandosi con le difficoltà, tirando fuori la grinta, infischiandosene del giudizio oppressivo degli adulti.

Susanna e la grassa signora

Dovete conoscere Susanna e soprattutto farla conoscere ai vostri bambini e bambine! Come è scritto nella quarta di copertina, si tratta di un personaggio vero con un’anima e un cuore dotato di una curiosità inesauribile.

➠ La pestifera Susanna la puoi trovare anche qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.