Menu

I pensieri della sera volano come una Farfalla

di Rossana Cavallari

Ancora una volta ho il piacere di raccontarvi un albo illustrato profondo, elegante e poetico.
Uno di quegli albi illustrati che piacerà certamente ai bambini ma, non di meno, ai genitori.
Un libro capace di mettere in pace il lettore e chi ascolta, di infondere serenità al cuore e all’anima.
Sto parlando di Farfalla di Bruno Tognolini, con le illustrazioni di Antonella Abbatiello.

Farfalla

Testo di Bruno Tognolini, Immagini di Antonella Abbatiello, Edizioni Fatatrac, 2010

copertina di Farfalla

Farfalla è un piccolo capolavoro per l’infanzia scritto da Bruno Tognolini, uno tra i più importanti autori di riferimento per i più piccini, capace di usare parole e rime in modo fantasioso e pregnante e in grado di suscitare sentimenti ed emozioni vivide.
Sul retro della copertina è scritto:

I pensieri prima del sonno sono una farfalla,
che frulla da una cosa all’altra e riepiloga il mondo per il domani:
il fiore, il cielo, il sole, il mare, il bosco…
Questo libro è una ninnananna del pensiero.

Mi sembrano ancora, a distanza di tempo, parole tanto semplici quanto belle ed efficaci.
Parole che mi hanno colpita quando, qualche anno fa ormai, sceglievo questo volume per la mia bambina.
Cercavo un libro che rendesse il momento della “messa a letto” un attimo atteso e magico all’interno della nostra giornata che, come quella di molti di voi, a volte finisce per essere molto, troppo, frenetica.

Beh, è stato amore a prima vista, e appena ho sbirciato le pagine del libro, riposto tra gli scaffali di una vecchia e piccolissima libreria al mare, ho pensato fosse perfetto.

Riflettendo, mi sono detta, è proprio così. La sera puntualmente tutti noi, grandi e piccoli, ripensiamo alla nostra giornata. Spesso le cose fatte sono tante e magari ancora parecchie quelle che ci vogliamo raccontare oppure che ci dobbiamo ricordare.

il bambino nel suo letto

Insomma i pensieri non prendono facilmente il sonno. È per questo che hanno bisogno di essere accompagnati nel mondo dei sogni con tranquillità e serenità.

Sono certa che sarà capitato anche a voi e non una sola volta!

Nella notte io penso e ripenso alle cose del giorno
Il pensiero è una luce leggera che mi vola intorno

Ed è così che una gialla farfalla prende vita tra le pagine, immaginando un nuovo colore e mentre lo fa spunta un fiore e… inizia un viaggio fantastico.

Diventa mattina e, sorridendo alla terra, la bagna con la sua pioggia.
E poi si arriva fino al mare che porta i pensieri al cielo dell’estate.
Ci sono anche il sole e il bosco e del bosco un albero che teneramente allunga il suo ramo come fosse un mano.
E su quel ramo una piccola perla che perla poi non è, ma è un bruco che…
vive, ci pensa e si muove.
Proprio come i nostri pensieri che non stanno fermi un attimo e girano, girano, girano in continuazione nella nostra testa, ma adesso lo fanno piano, sempre più piano.

il bruco sulla foglia

E così, con misurate rime e immagini chiare piene di cielo, luce e orizzonti aperti, Farfalla ci accompagna sulla riva del sonno, gli occhi a poco a poco si chiudono e i pensieri, che volano veloci, attendono di diventare bellissimi sogni.

Un albo che è veramente un dono capace di incantare e di raccontare la vita, la ciclicità dei suoi ritmi, la nascita, la crescita, il trascorrere del tempo, in modo magistrale.
Anche gli acquerelli di Antonella Abbatiello mi hanno avvinto.
Leggeri in alcuni tratti e decisi in altri, a pennellare il cielo di colori che mutano e passano dalle sfumature del blu e rosa a quelle dell’azzurro, per diventare gialli e arancioni al momento del tramonto, incendiando le pagine, e poi si ricomincia con il fresco celeste del mattino.

il cielo al tramontoColori che si lasciano andare, spaziando e volando un po’ come richiede il racconto stesso.
Una sintonia perfetta tra parole e disegni a opera di due grandi artisti.

la farfalla vola nel cielo

Bruno Tognolini vive a Bologna dove ha frequentato il Dams.
Dal 1990 si occupa di televisione per ragazzi diventando autore di programmi di riferimento e di ottima qualità come L’albero Azzurro e la Melevisione.
Il suo prima romanzo per l’infanzia titolato “Lilim del tramonto” è del 1999.
Nel 2007 ha vinto il premio Andersen come migliore scrittore italiano per ragazzi.

Antonella Abbatiello nasce a Firenze ma vive a Roma dove ha frequentato l’Accademia di Belle Arti con Toti Scialoja.
Nel 2001 riceve la menzione d’onore dell’Unesco per il libro La cosa più importante per le tematiche della pace affrontate.

La collaborazione tra i due autori ha dato vita ad altri albi di valore:
Maremè, Tiritere, Alfabeto delle fiabe.

Puoi comprare il libro qui

Milkbook ha recensito anche “Il Ghiribizzo” di Bruno Tognolini

Ti piacciono gli albi illustrati in rima?
Ecco una selezione ideale per la lettura ad alta voce