Menu

Per sognare insieme… Un viaggio diverso

Dicono che sia il verde il colore della speranza. Invece in Un viaggio diverso (Kalandraka, 2018) c’è un mare immenso, tra il ciano e il ceruleo, che è tra le poche note di colore in un mondo di grigio e di fatiche. Tra le altre il rosso di una mela che tenuta tra le dita ricorda il naso di un clown triste e stanco in un momento di riposo:

– Ma arrivare… dove?

– In un paese dove non ci sia la guerra.

– Ma esiste un paese così, papà?

Il papà e la bambina

Il mare è come una speranza liquida su cui possono galleggiare i sogni, è allo stesso tempo forza e pericolo, futuro e confine. Sopra questo mare si incrociano i percorsi migratori di oche e di uomini, oche disegnate come in una enciclopedia di volatili, uomini cupi e senza riparo; sono pagine che sembrano vecchie fotografie seppiate. Per andare dall’altra parte del mare ci si deve imbarcare (a volte si affonda prima di toccare la riva), le oche ci arrivano volando: – Da qui sorgerà anche la nostra nuova vita.

immagine del mare

Un viaggio diverso

di Daniel Hernández Chambers, Federico Delicado, traduzione Elena Cannelli, Kalandraka, 2018

Età di lettura suggerita: dai 7-8 anni

copertina del libro Un viaggio diverso

Un viaggio diverso è un albo profondo come il mare e come certe parole di cui non tutti conoscono fino in fondo il senso (guerra, nostalgia, fame, per esempio).

Il testo è di Daniel Hernández Chambers e le illustrazioni di Federico Delicado; la traduttrice Elena Cannelli ha scelto di rendere “diverso” Un largo viaje.

interni del libro Un viaggio diverso

Il mio dizionario dà cinque significati per l’aggettivo “diverso“: che procede in altra direzione, differente, strano, malagevole, crudele. Ecco, il viaggio che questo albo ci racconta è proprio così, come tutti i cinque significati: questa migrazione di uomini e di oche, gli uni verso nord e le altre verso sud, è un viaggio strano, malagevole e crudele; crudele lo è di più per gli uomini, soprattutto nel finale, perché crudele è ciascuno dei fili spinati tesi davanti a loro (ci guardano, questi uomini scappati dalla guerra, silenziosi, ci guardano).

particolare Oca

Ma questo albo appartiene a una collana che si chiama libri per sognare, allora dopo averlo letto chiediamoci: possiamo sognarlo differente questo viaggio? possiamo sognare di volare liberi come oche e di riconoscerci come esseri umani? possiamo sperare in un’accoglienza vera?

Un viaggio diverso è un libro potente, è un messaggio attuale e importante: (come dice la dedica di Federico Delicado) per un mondo senza frontiere.

Puoi acquistare “Un viaggio diverso” nella tua libreria di fiducia o online in uno di questi store:

One Response

  1. Un viaggio crudele e un viaggio nato dai sogni di tante persone. Grazie Roberta per una recensione veramente delicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.