Menu

Sorellina coniglio e i suoi amici |un’ode al piacere della lettura

Siete amanti della storie di Beatrix Potter o vi perdete a cercare i particolari nelle illustrazioni di Boscodirovo? Ecco in arrivo la ristampa di un illustrato del 1987 perfetta per voi.

Sorellina coniglio e i suoi amici

testi di Ulf Nilsson, llustrazioni di Eva Eriksson, trad. di Samantha K. Milton Knowles, Bohem Press Italia, 2018

copertina del libro Sorellina coniglio e i suoi amici

Sorellina coniglio e i suoi amici” , di Ulf Nilsson e Eva Eriksson, edito in Italia da Bohem Press, è un albo dai colori pastello e gli scenari campagnoli che fanno da sfondo romantico a una storia amabile, firmata da un celebre autore svedese, in cui vi verrà naturale immedesimarvi.

Sorellina coniglio e i suoi amici devono decidere a che gioco giocare e siccome ogni animale ha la propria capacità specifica, ciascuno propone un gioco che a lui sembra molto facile e divertente, ma impraticabile per gli altri: la rana propone di tuffarsi nello stagno, il maiale di rotolarsi nel fango, la cornacchia di volare nel cielo e così via. Pare proprio che fra tutte queste diversità non si riesca a trovare una soluzione comune.

particolare della rana

Il libro ha un ritmo ripetitivo e costante, ad ogni cambio pagina un animale a turno propone il proprio gioco e gli altri lo bocciano per motivi diversi. Proprio questo ritmo crea la voglia crescente di capire come andrà a finire e come sarà possibile trovare un accordo e rende la lettura adatta ai piccoli di 3 anni perché, pur essendo un testo piuttosto lungo, sanno già cosa aspettarsi e la struttura narrativa si semplifica.

immagini interne di Sorellina coniglio e i suoi amici

La soluzione arriva nel finale e vale l’attesa: per mettere tutti d’accordo ci vuole un bel libro, anche se ognuno, leggendolo, ride per cose diverse.

Che idea grandiosa! E quanto è vero! Mi è capitato spesso in libreria di avere a che fare con gruppi numerosi di bambini esagitati, di non sapere come calmarli e attirare la loro attenzione: prendere in mano un libro e iniziare a leggerlo ad alta voce ha sempre funzionato. Non c’è bambino (no, nemmeno i grandi abituati a videogiochi o playstation) che riesca a resistere alla tentazione di ascoltare una bella storia  letta con sapienza! E’ una magia che si crea ogni volta e che mi fa amare il mio lavoro: la lettura unisce, cancella le differenze, avvicina tutti e li trasporta in mondi nuovi per qualche momento (anche se ognuno compie un viaggio personale e prova emozioni diverse).

la lettura unisce e cancella le differenze

I bambini in realtà non aspettano altro, la loro immaginazione è fervida, sono affamati di storie, di immagini, di personaggi su cui fantasticare, il loro tempo è fluido, non sono ancora avvelenati dalla fretta, e se una cosa li incanta dimenticano qualsiasi impegno e qualsiasi orario.

Una menzione speciale va al maiale col ciuccio, il personaggio in assoluto più tenero del volume.

particolare del maiale col ciuccio

Questo illustrato potrebbe diventare di buon grado un manifesto della lettura ad alta voce: bambini, non sapete come passare il tempo? Ecco una soluzione che non richiede artifici particolari, ma solo calma, immaginazione e un posticino comodo per sedersi ad ascoltare.

Un’ode al piacere della lettura per piccolissimi che, sebbene lo riconoscano naturalmente, avranno così un’immagine vivida da richiamare alla mente nei momenti di noia.