Menu

Favole a cui non badare troppo e Storie per bambini perfetti

Favole a cui non badare troppo e Storie per bambini perfetti sono brevi racconti sferzanti e umoristici che vedono protagonisti bambine e bambini (nei panni di buffi animaletti) accomunati dall’essere estremamente fuori controllo, sregolati e anarchici.

Le storie che li ritraggono si concludono sempre con morali alla rovescia, in cui chi si comporta male ha sfacciatamente la meglio su chi invece fa il bravo, il giudizioso e agisce in modo accorto e prudente.

Racconti irriverenti, dunque, che mettono sul piedistallo piccoli monelli, scansafatiche, astuti, egoisti, che non si fanno scrupoli a ottenere i loro personali tornaconti ricorrendo a bugie, sotterfugi, inganni. E che la passano beatamente liscia.

Favole a cui non badare troppo-Storie per bambini perfetti

Un’infanzia ben diversa da quella ricoperta da una patina dorata e angelicata che tante volte ci sfila davanti gli occhi sulle pagine dei libri. Un’infanzia scomoda, che spesso facciamo finta di non vedere o che cerchiamo di mascherare con un velo di perbenismo e ipocrisia.

Il bello di queste raccolte sta proprio nel mostrare apertamente il vero volto dei monelli, usando sapientemente il filtro dell’ironia e mettendo gli adulti di fronte alle loro contraddizioni. Leggere le storie di questi impertinenti che, con grande scaltrezza e nonchalance se ne infischiano delle noiose raccomandazioni, dei continui divieti e dei bla bla dei “grandi”, fa da un lato semplicemente divertire, e dall’altro fa anche un po’ sentire presi per il naso.

pagine di Storie per bambini perfetti

È facile riconoscersi nella voce adulta narrante e giudicante… come non sentirsi tirati in causa? Potremmo essere noi tutti, madri, padri, educatori, zii, nonni, che ci sforziamo di dire cosa è giusto e cosa no, di impartire lezioni, trasmettere regole comportamentali, che il più delle volte appaiono però messaggi di mera convenienza, frasi di circostanza, formule trite e ritrite, ripetute fino allo sfinimento, che servono a semplificarci la vita ma che non tengono quasi mai conto dei reali bisogni dei bambini: Non sporcarti – non mangiare troppo – non correre – guarda tuo fratello piccolo – non essere pigro – condividi le tue cose – come sei lento – dammi una mano in casa ecc.

E di tutte queste indicazioni e raccomandazioni, i monelli se ne infischiano. Senza pentimenti, rimorsi o crisi di coscienza, ma con la massima soddisfazione. Leggere delle loro impertinenze e prese in giro fa ridere, tanto. Soprattutto i bambini, che avvertono istintivamente un’attrazione per questi spericolati opportunisti e ne restano affascinati per la sfacciataggine e per la birbanteria.

FAVOLE A CUI NON BADARE TROPPO

di Florence Parry Heide, Sylvia Worth Van Clieff, illustrazioni di Sergio Ruzzier, traduzione di Paolo Maria Bonora, Bompiani, 2019

Età di lettura suggerita: dai 5 anni

Favole a cui non badare troppo sono state scritte dalla nota e prolifica autrice di libri per ragazzi americana Florence Parry Heide e da Sylvia Worth Van Clieff nel 1978 e sono considerate un classico della letteratura per ragazzi. Ogni favola prende il nome del protagonista della vicenda e si conclude con una considerazione caustica (la famosa morale che in questo caso è molto lontana da quella classica): c’è Genevieve, trascurata e sempre malvestita, che non si preoccupa mai di cambiarsi quando gioca all’aperto o di stare attenta ai suoi giocattoli, e che grazie a questa sua trascuratezza è l’unica a ricevere un monte di vestiti e balocchi nuovi per Natale; c’è Muriel, mucca lamentosa che non si accontenta di quello che ha, e quando raggiunge la fattoria del vicino, scopre effettivamente che quello è ricco, gentile e la ricopre di diamanti; c’è Gretchen, pesce ingordo, che a tavola si abbuffa talmente tanto da non riuscire poi a fare posto a un vermetto appeso all’amo… e buon per lei, che così si salva dal pescatore! Per non parlare del tacchino pigro, che grazie al suo continuo oziare, il giorno del ringraziamento è l’unico a rimanere a letto e, quindi, a sopravvivere…

interno di Favole a cui non badare troppo

STORIE PER BAMBINI PERFETTI

di Florence Parry Heide, illustrazioni di Sergio Ruzzier, traduzione di Paolo Maria Bonora, Bompiani, 2019

Età di lettura suggerita: dai 5 anni

Anche le Storie per bambini perfetti, firmate da Florence Parry Heide nel 1985, conservano la stessa impostazione e lo stesso tono dissacrante. Qui abbiamo otto deliziose e diaboliche storie di bambini “perfetti a orchestrare scherzetti”, parafrasando il commento di mia figlia di 6 anni, fan entusiasta della raccolta sin dalla prima lettura. Difficile scegliere le avventure più spassose tra quelle riportate… quella di Ruby, per esempio, che “deve guardare” il fratellino, come le ha imposto la mamma, e che per l’appunto lo guarda attentamente mentre lui mette a soqquadro la casa, rovescia i vestiti a terra, svuota credenze, butta tutto per terra. O quella delle sorelline Gertrude e Gloria, la prima attenta e meticolosa a dare una mano, precisa e ordinata, la seconda maldestra e confusionaria: chi delle due verrà premiata secondo voi? Gloria naturalmente, alla quale la mamma non chiederà mai più aiuto, mentre la brava Gertrude si meriterà di lavare i piatti il giorno dopo e quello dopo ancora…

pagine interne di Storie per bambini perfetti

Altre note di merito per questi divertentissimi libri: le illustrazioni di Sergio Ruzzier, che condiscono il tutto con una dose abbondante di impertinenza, malizia e vivace espressività, e l’alta fruibilità per il giovane pubblico al quale sono destinate: poche righe per pagina, ben distanziate, carattere grande e leggibile, illustrazioni a volontà, capitoli dalla lunghezza breve e il contenuto gustoso. Da dare in pasto a bambine e bambini dai 7 anni (e in lettura condivisa da assaporare già dai 5 anni).

Se ti sono piaciute queste storie, cercale in libreria o acquistale su


RISPARMI 1,65 €
Favole a cui non badare troppo
  • Florence Parry Heide, Sylvia Worth Van Clief
  • Editore: Bompiani
  • Copertina rigida: 112 pagine


Storie per bambini perfetti
  • Florence Parry Heide
  • Editore: Bompiani
  • Copertina rigida: 112 pagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.