Menu

3 bellissimi albi di Bohem Press dal sapore classico

134 Condivisioni

Con certi libri ci si sente subito a casa. Sfogliandoli, ci si sente coccolati, istintivamente a proprio agio, come se si stesse passeggiando in un luogo ospitale, accogliente e amabile, in cui nulla stona.

Personalmente mi sento “a casa” quando incontro albi illustrati dal sapore classico, con immagini di tipo tradizionale, il segno pieno, pittorico, estremamente comunicativo ed emozionante. Tutto questo infonde in me un senso di armonia e di bellezza.

I tre libri di cui vi sto per parlare conservano un fascino antico e hanno la grande dote di risultare semplici e stratificati allo stesso tempo. Non è causale che provengano tutti dalla casa editrice Bohem Press, ampiamente legata, nel suo catalogo, agli stilemi classici e alla ricerca di un incontro con il bambino sempre rispettoso e vero.

tre libri di bohem press dal sapore classico

Il Piccolo Re

di Eric Battut, Bohem Press, 2019

Età di lettura suggerita: dai 2 anni e mezzo

Un nuovo libro di un autore molto prolifico e attento all’universo infantile. Mi riferisco a Eric Battut, che evidentemente sa rivolgersi ai più piccoli con una particolare adesione emotiva e una indubbia competenza. In questa breve storia c’è un piccolo re capriccioso che vorrebbe essere GRANDE e guardare le cose dall’alto in basso. Il fatto di essere piccino lo rende invece triste e sconsolato.

il piccolo re è triste

Poi però gli viene un’idea: sale sopra la fontana, poi sopra l’albero, poi sopra i bastioni del castello e poi ancora su in cima alla torre. In quelle posizioni rialzate chiama di volta in volta gli animali del regno e annuncia con soddisfazione di essere il più GRANDE re del mondo.

Gli animali lo salutano dal basso sorridenti e benevoli, quasi a volerci dire che ci vuole pazienza e amorevolezza con i bambini… ops, con dei re!

il re e la tigre

Un re che si rispetti, secondo il protagonista, dovrebbe essere grande e imponente e capace di tutto, perfino di… volare. Ma quando il piccolo re, per dimostrare all’uccellino di essere capace di arrivare più in alto persino di lui, si lancia nel vuoto e capitombola giù, finalmente capisce di stare esagerando. E che essere un GRANDE non significa avere una statura elevata, bensì possedere GRANDI doti umane.

il re cade dalla torre del castello

Il finale è una bellissima immagine in volo tra fantasia e realtà, un inno alla condivisione, all’amicizia e all’empatia.

Quante volte i bambini soffrono nel sentirsi più piccoli degli altri? Quante volte fanno paragoni, confrontano altezze ed età, si giudicano in base a quanti anni o mesi di differenza hanno l’uno dall’altro? E se consideriamo poi come si sentono nei confronti degli adulti, sempre e comunque “più piccoli e svantaggiati”, allora capiamo bene quanto Battut abbia saputo cogliere e cristallizzare una fase dolente e tipica del crescere. E lo ha fatto a modo suo: usando metafore poetiche, rimandi fiabeschi e un segno avvolgente ed espressivo che sa parlare ai bambini in modo diretto e nitido.

Rinoceronte

di Lucia Scuderi, Bohem Press, 2019 (prima edizione italiana del 2003)

Età di lettura suggerita: dai 3 anni

Vincitore nel 2004 del premio Andersen come “Miglior albo illustrato”, Rinoceronte viene ripubblicato in una nuova edizione che prevede alcune modifiche nelle tavole e nei testi apportate dall’autrice.

il rospo schizza il rinoceronte

Se ancora non la conoscete, vi dico subito che è una narrazione brillante, perfetta nella lettura ad alta voce, che vuole porre in risalto una conseguenza tipica delle relazioni sociali: la capacità di influenzarsi reciprocamente l’un l’altro, in maniera istintiva e involontaria. La Scuderi racconta che uno stato d’animo negativo, un’arrabbiatura conclamata e plateale, può provocare una serie di reazioni a catena altrettanto negative e arrabbiate, con un effetto domino incontrollato. Ma lo stesso può succedere quando ci si sente felici e ben disposti verso l’altro. Anche un sorriso, una buona azione, un atto di gentilezza possono essere molto contagiosi!

Veniamo all’intreccio: Scimmia si è svegliata male ed è arrabbiata dalla testa ai piedi. Quando s’imbatte in Uccello, inciampa su di lui e comincia a insultarlo pesantemente, tirandogli anche un gran calcio. Dopo un trattamento del genere, è logico aspettarsi che anche Uccello sia furioso. E infatti quando finisce nella pozzanghera in cui sosta Rospo, gli viene spontaneo attaccarlo e offenderlo. Stessa sorte capita a Coccodrillo, che subisce gli schizzi di Rospo e innervosito molla una codata alla povera Tartaruga, la quale atterra vicino al temibile Rinoceronte…

la tartaruga e il rinoceronte

Da questo punto in avanti, la storia prende un’altra direzione e assistiamo a un’inversione di reazioni e azioni. La doppia apertura delle pagine al centro rivela per esteso il grande corpo del rinoceronte che osserva la tartaruga con occhi dolci e un sorriso clemente. Il pachiderma non ha nessuna intenzione di litigare perché si sente felice. È arrivata la primavera, l’aria è calda, il profumo della natura che si risveglia è inebriante… Rinoceronte si sente bene e aiuta Tartaruga a rigirarsi!

il libro si apre al centro

Il suo gesto solidale riporta la tranquillità tra gli animali e l’atmosfera si rasserena: ora anche Tartaruga si comporta in modo gentile con Coccodrillo, il quale si mette a giocare con Rospo, che fa il bagno con Uccello stando attento a non smuovere troppo il fango dal fondo della pozzanghera. Perfino Scimmia sembra essersi dimenticata il motivo per cui era tanto arrabbiata.

Una bellissima storia circolare, con illustrazioni grandi, avvolgenti, connotate da una forte espressività, che inevitabilmente ci porta a riflettere sui nostri comportamenti e su quanto basterebbe poco per vivere tutti quanti un po’ più in armonia.

Una fame da lupo

di Lucia Scuderi, Bohem Press, 2019 (prima edizione italiana del 2002)

Età di lettura suggerita: dai 4 anni

Ecco un altro noto e amato albo di Lucia Scuderi, uno di quelli che va a ruba in biblioteca e che appassiona i bambini per una serie di ingredienti ben amalgamati: c’è un lupo famelico (ma parecchio tontolone), ci sono una pecora e altri poveri animali presi di mira dal predatore, c’è la classica situazione da fiaba, con il lupo affamato che divora le sue vittime tutte intere, e quelle che si ritrovano sane e arzille nella sua pancia.

il lupo mangia la pecora

Per tirarle fuori non ci vuole però un cacciatore, basta una radice sporgente sul terreno a far vacillare il grosso bestione che, nella caduta, sputa fuori tutto quello che aveva ingerito con foga (la pecora, la gallina, il maiale, il topo, l’uccellino). Un finale buffo e positivo che rimette tutto al suo posto.

Povero lupo! Perso il bottino, non gli rimane altro che andare dalla luna luminosa e tondeggiante e confidarsi, ululando tutto il suo dispiacere.

Il lupo affamato

Una storia che da un lato diverte e dall’altro fa scorrere qualche brivido sulla schiena dei bambini, in bilico tra la paura del lupo vorace che mangia gli animali con la sua enorme bocca, e la sorpresa di riscoprirli invece sani e salvi a fare festa nella sua pancia.

Va anche detto che, al di là delle apparenze, questo lupo che scambia le chiacchiere degli animali ingoiati all’interno del suo stomaco in morsi della fame, fa un po’ ricredere sulla sua scaltrezza e suscita una certa simpatia nei lettori.

Potenti e maestose le immagini, i primi piani sulle fauci aperte del lupo, i suoi occhi vispi e mal intenzionati, la linguona e il naso rosso fuoco. Lucia Scuderi ha davvero una dote nel ritrarre gli animali e la natura, trasferendo al lettore un mondo di sensazioni contrastanti.

Il lupo insegue la lepre

Molto efficaci le doppie aperture delle pagine che offrono una visuale ampia delle scene e lasciano ai bambini il gusto di spiare nella pancia del lupo. Tutto da ridere l’effetto a valanga che si genera quando il protagonista con il pancione pieno finisce a terra e si “libera” di getto di tutto quello che aveva in corpo. Al lettore adulto il compito di calarsi nella parte, senza imbarazzi, e di riportarla ai bambini con la giusta dose di umorismo e complicità.

Se ti sono piaciute queste storie, cercale in libreria o acquistale su

RISPARMI 2,25 €
Il piccolo re. Ediz. illustrata
  • Eric Battut
  • Editore: Bohem Press Italia
  • Edizione n. 1 (02/18/2019)
  • Copertina rigida: 32 pagine
RISPARMI 2,33 €
Rinoceronte. Ediz. illustrata
  • Lucia Scuderi
  • Editore: Bohem Press Italia
  • Edizione n. 2 (02/18/2019)
  • Copertina rigida: 32 pagine
RISPARMI 2,33 €
Una fame da lupo. Ediz. illustrata
  • Lucia Scuderi
  • Editore: Bohem Press Italia
  • Edizione n. 2 (02/18/2019)
  • Copertina rigida: 42 pagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.