Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Cosa possiamo fare per il nostro pianeta

Se penso ai libri delle Edizioni Usborne mi vengono in mente l’inglese e le alette; sono, i loro, libri per giocare, imparare, esplorare.

Prendiamoci cura del pianeta è proprio un volume Usborne: è coloratissimo e ha moltissime alette da sollevare. È un libro che parla della Terra ma anche di noi, come dice il titolo, è un libro al plurale che racconta un sacco di cose e mira a responsabilizzarci; lo fa usando termini specifici, formule chimiche e percentuali, lo fa suggerendo comportamenti virtuosi e promuovendo collaborazione.

Prendiamoci cura del pianeta

di Katie Daynes, illustrazioni di Ilaria Faccioli, è un cartonato di 16 pagine pensato per bambini a partire dai 6 anni; pubblicato nel 2020

È un libro che, per come è stato impostato, dalla grafica alla suddivisione per argomenti, incuriosisce e allo stesso tempo fa riflettere. Trasmette molte nozioni e informazioni su un tema vasto e attualissimo come l’ambiente e l’inquinamento; sta a noi lettori risvegliare la nostra sensibilità ed eventualmente interrogarci oltre e approfondire altrove gli argomenti che più ci toccano. Di certo queste pagine non restano a livello teorico, per ciascun argomento vi è una sezione Come posso aiutare? che si cala nel nostro quotidiano e ci fa capire concretamente come tutto questo ci riguarda – dal vecchio comandamento di chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti al consiglio di mangiare meno carne favorendo quella di pollo.

interni libro Prendiamoci cura del pianeta

Le prime due pagine ci presentano Un meraviglioso pianeta e sono una sorta di introduzione, ma anche di indice. Un’illustrazione a doppia pagine su sfondo nero ci presenta la Terra elencando quali elementi rendono possibile la vita – cioè l’acqua, l’aria, il calore e lo spazio vitale.

L’uomo non è che una delle tante forme di vita sulla Terra ma è una specie sempre in aumento – quasi 8 miliardi, meno di un miliardo solo due secoli fa. Condivide il pianeta con altri animali e piante, ma sembra che non abbia a cuore l’armonia di questa convivenza, di questo delicato equilibrio; con certi comportamenti infatti lo sta danneggiando.

Questo volume – come un atlante colorato, ricco e affollato che puoi scegliere di esplorare muovendoti sulle pagine in verticale, in orizzontale o in obliquo – parla di fonti di energia pulita, come il vento, il sole, la forza delle onde e dei fiumi; parla di catena alimentare, di pesca sostenibile, di impianti di depurazione affinché gli scarichi fognari non finiscano direttamente in mare.

Ci sono anche immagini forti come il camion di plastica che ogni minuto finisce in mare, dove poi i pesci restano intrappolati e soffocano; numeri come 2.700 litri di acqua, necessari a fare una maglietta di cotone; e percentuali che sembrano impossibili – il 99% delle cose che compriamo lo buttiamo entro 6 mesi.

Proteggere le api è uno slogan attuale e del tutto condivisibile: spargono il polline producendo semi e nuovi frutti, dei quali poi ci cibiamo; dalle piante vengono anche l’ossigeno che respiriamo e perfino il 40% dei medicinali che si producono.

Rispetta la natura è un imperativo così vago, in confronto, nonostante sia presente su più di un’aletta, ma è pur sempre la cornice che racchiude tutti i buoni propositi e le buone pratiche.

In conclusione troviamo appunto un riepilogo per non dimenticare il nostro Piano d’azione in difesa del pianeta e dunque del futuro – per ricordarlo e praticarlo, e propagarlo come onde in uno stagno, condividendolo. Importante è anche la nostra immaginazione, la nostra capacità di immaginare un modo diverso di vivere.

Prendiamoci cura del pianeta ti fa sentire in colpa al punto giusto e ti fornisce anche dei margini d’intervento. Sappiamo che molto deve essere fatto a livello decisionale dai governi attraverso accordi globali, ma è anche vero che spetta al singolo aggiungere la propria voce ai gruppi di interesse e credere che ogni piccolo gesto conta. Bisognerebbe pensare in grande e agire responsabilmente nel piccolo.

RISPARMI 0,70 €
Potrebbe interessarti