Toontastic 3D: un’app per costruire storie, ambientazioni, personaggi

di Paola Mattioli

Toontastic3D è un’app per la creazione di brevi cartoni animati prodotta da Google. L’App è free e disponibile sia per iPad, iPhone, iPod sia per Android.

Toontastic 3d

L’icona del personaggio con gli occhialini, tipici da cinema 3D, mi aveva illuso che si potessero realizzare dei filmati visibili con occhialini 3D, ma sperimentando ho capito che si riferiva al fatto che i protagonisti non appaiono piatti, ma appunto tridimensionali.

Rispetto alle tante App per lo Storytelling che già si conoscono, è interessante la
guida che offre nello sviluppo della storia. Una volta entrati nel vivo, infatti, si potrà scegliere che tipo di narrazione costruire scegliendo fra tre diverse tracce. I bambini potranno optare per

  • una storia breve in tre parti
  • una storia classica in cinque parti
  • un testo basato su ipotesi scientifica in cinque parti.

toontastic 3d le tre storie

Una volta deciso il progetto da seguire, ovvero lo schema narrativo, si comincia ad operare per la costruzione della storia. Si possono scegliere sia l’ambientazione (tra una vasta gamma proposta), sia i personaggi.
Se non si trovano sfondi che soddisfano le richieste narrative, è possibile disegnare il proprio background come in un classico Paint. Anche per gli “attori” in scena è possibile una personalizzazione modificandone i colori. Le nuove versioni potranno essere salvate con nuovi nomi e quindi rimanere disponibili per le storie future.

Se abbiamo bisogno di un personaggio non presente tra quelli offerti, anche in questo caso c’è la possibilità di crearlo ex novo. Sicuramente disegnare sul tablet non è semplice, ma l’Applicazione trasforma in 3D anche i nostri disegni più stilizzati, quindi c’è spazio per tutti!

Scelto lo schema narrativo, scelta l’ambientazione, scelti i personaggi, si può procedere alla registrazione della storia. È preferibile lavorare in due, ogni volta che si tocca un personaggio questo apre e chiude la bocca quindi sembra proprio che le nostre parole escano dalla sua bocca!

esempio di app toontastic

In ognuno dei momenti narrativi che compongono lo schema della storia è possibile cambiare ambientazione e personaggi.

Quando riteniamo che il lavoro sia concluso possiamo salvarlo nel rullino del device oppure continuare a lavorarci grazie al tasto edit.
All’interno dell’App le indicazioni sono in inglese, ma le parole da leggere sono davvero poche ed è comunque un’App molto intuitiva.

Ritengo sia utile non soltanto per raccontare storie in italiano e vederle animate, ma anche come esercizio di produzione in una lingua straniera; io insegno cinese e non escludo di usarla per produrre dei mini racconti con i miei alunni.

l'app toontastic esempi

Illusa dagli occhialini 3D indossati dalla scimmietta nell’icona dell’App, ora mi aspetto che costruiscano anche qualcosa di più… si potrebbe passare a una narrazione in realtà aumentata, che ne dite?

Toontastic3d – il trailer in inglese

 Ti suggerisco anche queste app per bambini di età scolare

Paola Mattioli
Laureata in Lingua Cinese a Roma, trovo il mio spazio nella scuola in cui lavoro, Istituto Marymount di Roma, dove insegno Lingua Cinese usando l’iPad e le nuove tecnologie. La responsabilità morale rispetto a quello che sarà il futuro lavorativo dei miei alunni mi spinge ad una formazione continua, dove riscontro una vera passione ed acquisisco competenze nel campo delle nuove tecnologie, grazie anche ai tanti legami reali e virtuali che giorno dopo giorno si creano, che spendo quotidianamente in classe con i bambini. Passione, Cinese, Tecnologia sono le tre parole chiave che mi tengono legata al lavoro dell’insegnamento.