Vorrei dirti |Un albo sul potere della parola

Siamo circondati, immersi nelle parole, sovrastati, inondati dalle parole! Difficile prendere fiato e concedersi il silenzio in tempi come questi. Social, blog, podcast, newsletter, video e poi la cara vecchia tv e la sempre cara radio e quegli oggetti un po’ fanée ora amati, ora discussi: libri e giornali.

Le parole hanno un peso e ciò che comunichiamo ci determina. Condividerle implica una grande responsabilità, eppure lo facciamo spesso con superficialità senza soppesare.

Le parole usate per argomentare possono dar vita a una discussione e se i punti di vista differiscono, è giusto farlo, certo però non si dovrebbe mai arrivare all’insulto.

In tempi come questi di parole d’odio usate come fioretti per procurare ferite e offendere, diventa urgente, per chi le parole le ama e le maneggia con cura, come si fa con i materiali preziosi, ricordare che sono un ponte.

Le parole hanno conseguenze.

Vorrei dirti

di Cosetta Zanotti, illustrazioni di Lucia Scuderi, Fatatrac, 2019
Formato: 17,5 x 34,5 cm – copertina cartonata – pagg. 56

Vorrei dirti

Questo il messaggio che mi ha lasciato il poetico testo di Cosetta Zanotti, con le illustrazioni di Lucia Scuderi.

Quello di Cosetta è stato un lavoro, che immagino faticosissimo, di sottrazione, chirurgico ed elegante, il cui risultato ha conferito a ogni parola una densità di significato tale, da nascondere mondi infiniti, tanti quanti ne vuole raggiungere ogni lettore.

interni di Vorrei dirti

Ci ricorda che le parole sono nutrimento, donano speranza, tracciano sentieri, creano aspettative, ma possono essere utilizzate anche per ribellarsi alle ingiustizie, che qualche volta sarebbe meglio lasciarle sospese e delle altre sarebbe meglio pronunciarle per non portarsi dietro rimorsi, ma sempre andrebbero scelte con cura!

Iosif  Brodskij scriveva che ciò che ci distingue dalle altre specie è la parola e che “la poesia, che è l’operazione linguistica suprema, è la nostra meta antropologica e, di fatto, genetica.”

Vorrei dirti è poesia che non disattende la meta!

Sta dunque a noi scegliere se usare le parole per evolverci o abbrutirci.

Vorrei dirti

Il testo di Cosetta è un invito a considerare non soltanto il potere della parola che tutto cambia, ma anche del silenzio nel quale le parole, i pensieri, germogliano e si schiudono.

Vorrei dirti

Le illustrazioni di Lucia Scuderi rappresentano un testo nel testo. Potenti ed eleganti lo espandono, lo sostengono, lo descrivono e poi vanno oltre. Attraversando quei ponti di parole, Lucia con pennellate decise e colori brillanti ci conduce in un viaggio verso mondi che hanno il sapore del pensiero magico. L’effetto è lisergico!

Età 3/6 suggerisce l’editore io direi dai 3 ai 100, per tutti!

Vorrei dirti

Puoi acquistare “Vorrei dirti” presso la tua libreria di fiducia o, se scegli di comprarlo online, considerare uno dei seguenti link affiliati:

Altri articoli che potrebbero interessarti​