La mela di Magritte: un albo che dà del tu a un grande artista

Continua la positiva collaborazione tra Fatatrac e la casa editrice del MoMA, The Museum of Modern Art di New York, che ci regala una serie di grandi albi illustrati rivolti ai bambini dedicati ad artisti di eccezionale levatura.

Dopo i volumi su Matisse, Degas, Lotte Reiniger, protagonista del quarto titolo della collana Grandi albi MOMA è il pittore surrealista René Magritte, raccontato con la consueta grazia, semplicità e cifra poetica.

Non perderti la nostra guida gratuita

La mela di Magritte - interno

La bellezza dei grandi albi MOMA

L’aspetto che più mi convince di questi libri è la loro “accessibilità” e la possibilità che offrono a tutti i bambini e a tutte le famiglie di cominciare a conoscere le opere di personaggi che hanno cambiato la storia dell’Arte senza metterli in soggezione o farli sentire altro da sé.

Sono albi illustrati curatissimi e raffinati sul piano figurativo, con pagine vellutate e profumate, bellissimi da leggere e da stringere tra le mani, ma che danno del “tu” agli artisti protagonisti. Li chiamano per nome, li descrivono tratteggiando il loro lato più umano e sensibile, come se ognuno di noi potesse rispecchiarsi in loro e nei loro conflitti.

L’arte e i suoi protagonisti vengono rappresentati con un linguaggio lineare, sintetico, confidenziale, dando risalto al percorso, spesso tortuoso, fitto di ostacoli e incertezze, che ha portato questi uomini e donne a diventare delle figure centrali nel campo artistico.

Non si tratta di antologie che riportano date e dati biografici, né di raccolte che propongono una carrellata di dipinti e opere di successo, bensì di ritratti parziali che mettono al centro la personalità degli artisti, la loro fragilità e il loro modo di accostarsi all’arte per trovare in essa nutrimento e salvezza.

La mela di Magritte

Klaas Verplancke, traduzione italiana di Stefano Bortolussi, Fatatrac, 2017
Età di lettura consigliata: dai 5 anni

copertina del libro La Mela di Magritte

René era un pittore,
ma René non riusciva a dipingere.
Sapeva come, ma non sapeva cosa.

Poiché non poteva dipingere,
René non riusciva a dormire.

Klaas Verplancke parte da qui, da un René confuso che non sa come riempire la tela vuota, che fatica ad addormentarsi e che per superare l’impasse si affida al sogno.

Magritte non riesce a dormire

Sognò di essere un pittore… un pittore di mele. Un pittore di cappelli, di melecappelli, di farfoglie e uovocchiali.

Mentre la sua mente vaga, le pagine si riempiono di soggetti bizzarri e straordinari, che si allontanano dalla realtà e lasciano al nostro sguardo stupito la voglia di decifrarli, di trovare un senso a ciò che un senso sembra non averlo.

La Mela di Magritte interno

Prendendo ispirazione dai capolavori di Magritte, il pluripremiato autore, grafico e illustratore belga Klaas Verplancke si diverte a disorientare il lettore, a farlo sorridere e a solleticare in lui domande.

Illustrazioni buffe e spiazzanti che partono dal quotidiano per allontanarsene e compiere un viaggio nel mondo dell’impossibile e dell’assurdo.

Era un pittore di quadri.
Gli piaceva entrarci e uscirne.

Magritte si riposa

Cosa vogliono dire questi disegni? I vostri bambini ve lo chiederanno, o forse no. Forse sarete voi grandi a domandarvelo. Loro probabilmente saranno intenti a guardare con meraviglia gli oggetti e le figure assemblate in modo spregiudicato, ad apprezzarne l’imprevedibilità e a provare loro stessi a comporre associazioni giocose e fuori dal comune.

E vedrete che, alla fine della lettura, questo signor René continuerà a farsi sentire.

 

RISPARMI 2,98 €
La mela di Magritte: 1
2 Recensioni
La mela di Magritte: 1
  • Klaas Verplancke
  • Fatatrac
  • Copertina rigida: 40 pagine
Non perderti la nostra guida gratuita