Inventa i tuoi GIOCATTOLI con tutto quello che trovi

Dai nonni al mare il tempo scorre lento. Ci sono molti momenti “vuoti”, in cui non si stilano programmi e si aspetta semplicemente di aver voglia di vestirsi e prepararsi per scendere in spiaggia. Momenti in cui i bambini girano mezzi nudi e scalzi per le stanze, corrono in terrazza a rubare i pomodorini dai vasi, si sdraiano a terra con i pastelli in mano e i fogli bianchi da riempire di colore, si divertono a fare le capriole e i salti sul lettone dove dormiamo in quattro.

La nostra estate a Ischia è così: pigra, semplice, rilassata, senza orari fissi di sveglia o uscita, senza cose da dover fare necessariamente ma solo se e quando ci va. In questo clima dinoccolato e libero, possiamo anche prenderci il lusso di rimanere a casa per giocare tutti insieme, magari facendoci guidare da un libro pieno di idee creative.

Inventa i tuoi GIOCATTOLI

Non perderti la nostra guida gratuita

Claudia Huboi, trad. Anna Patrucco Becchi, Terre di Mezzo, 2017
Età consigliata: dai 5 anni

Inventa i tuoi giocattoli cover

Ben consapevole di tutto quello che vi ho appena raccontato, quest’anno ho messo in valigia un libro che mi è piaciuto sin dal titolo e dalle foto in copertina: Inventa i tuoi GIOCATTOLIProgetta, costruisci e divertiti con tutto quello che trovi.

Un assunto di partenza allettante, soprattutto quando si ha parecchio tempo a disposizione, tante scatole piene di cianfrusaglie in cui rovistare, e una sana spinta a cimentarsi nel fai da te in compagnia dei bambini.

palazzi

Si comincia aprendo il cassetto della cucina e immergendosi nel suo caos. Cosa abbiamo trovato lì dentro? Non è difficile immaginarlo: qualche elastico? dei tappi di sughero? stuzzicadenti? pezzi di spago?

Da questi (ma anche da altri e diversi oggetti), possiamo ricavare una navicella spaziale rudimentale: ecco che le illustrazioni e le indicazioni numerate ci aiutano a procedere e a dar vita al nostro ufo imperfetto ma unico.

L’autrice non si limita a spiegare i passaggi, ma suggerisce al bambino di aggiungere disegni, decorazioni, ritagli, idee che siano farina del suo sacco e delle sue intuizioni. Con i medesimi materiali potremmo dare forma a una barca a vela, oppure a cosa? Cosa ci viene in mente osservando gli esempi riportati?

automobiline fai da te

Il libro è pensato per essere fruito da bambini che sappiano in autonomia compiere piccoli lavori manuali quali ritagliare, incollare, legare, disegnare con una certa sicurezza e precisione. Secondo me, dunque, non prima dei quattro-cinque anni se vogliamo veramente che i bambini partecipino attivamente e creino con le loro mani qualcosa di originale e simpatico.

Alcune attività richiedono il nostro aiuto, come cucire, bucare il legno o annodare fili ecc., ma ai bambini va sempre affidata la regia della composizione: la scelta di quali materiali adoperare, come assemblarli, come abbellirli con disegni e ritagli.

macchina

Grande protagonista del libro è la carta: materia duttile per eccellenza che si presta a innumerevoli impieghi creativi, sia essa spessa o sottile, stampata o bianca, da piegare, riciclare, incollare, tagliare, sagomare, appallottolare, appiattire, per dar vita a puzzle, animali da incastro, scatole, macchinette, mobili, giardini segreti…

C’è poi da perdersi nella cassetta degli attrezzi, che contiene tutto ciò che un collezionista può desiderare! Con i bambini più grandi è possibile divertirsi a realizzare omini voltafaccia in legno che hanno viti, ganci, molle e bulloni al posto di occhi, nasi e bocche. Crescendo il livello di abilità richiesto, aumenta il grado di difficoltà dell’operazione, ma di conseguenza anche i risultati saranno più elaborati e soddisfacenti.

sagome

Gli oggetti da riciclare per un riuso creativo sono i più disparati: si va dalle lattine, ai tappi di ogni misura e foggia, dai flaconi del detersivo ai contenitori per gli alimenti, dal tetrapack alle matite, le gomme da cancellare, gli scampoli di stoffa, i nastri ecc.

Aprendo la porta di casa e mettendo il naso fuori, i tesori da trovare e adoperare in modalità inconsuete sono altri e altrettanto versatili: rami, foglie, pietruzze, fiori caduti a terra ecc.

alberi

158 pagine di spunti, illuminazioni, idee semplici o complesse da mettere in pratica coi bambini cercando di dare forma a giocattoli diversi, economici, reali perché fatti di cose vere, da toccare, odorare, guardare da vicino, manipolare. Giocattoli che valgono di più di quelli già pronti e confezionati perché il crearli da sé richiede tempo, impegno, concentrazione, cura, creatività. E vuoi mettere la soddisfazione che si prova a ricevere i complimenti e i tanti “Bravo!” o “Brava!” da parte di amici e familiari favorevolmente impressionati?

RISPARMI 2,53 €

Altri libri creativi che vi consiglio:

Non perderti la nostra guida gratuita